Cessione del quinto: gli obblighi del datore di lavoro



Il datore di lavoro prende parte al processo di erogazione e di rimborso del prestito attraverso cessione del quinto dello stipendio; gli obblighi di questa figura sono tre:
- l'accettazione della richiesta del dipendente di una cessione del quinto
- la trattenuta alla fonte della rata mensile
- la trattenuta del TFR in caso di dimissioni o licenziamento del dipendente
Vediamo nel dettaglio:
- l'accettazione da parte del datore di lavoro è un atto dovuto: il codice civile (art. 1260), il D.P.R. n. 180 del 5 gennaio 1950 e il n. 895 del 28 luglio dello stesso anno, le modificazioni introdotte nelle leggi 311/2005 e 80/2005 fanno si che la cessione del quinto dello stipendio sia un diritto del lavoratore dipendente e obbligano il datore a rilasciare l'apposito certificato di stipendio che attesta l'entità dello stesso, altri pignoramenti in corso e, di conseguenza, il valore della quota cedibile.
- il datore è obbligato a trattenere alla fonte la rata mensile, realizzando in questo modo la garanzia principale di questo tipo di operazione contro inadempienze volontarie dell'obbligato (cedente)
- la trattenuta del TFR accumulato, o per la precisione della parte di TFR lasciato in azienda in caso di accantonamento anche in un fondo separato, garantisce l'estinzione (almeno parziale) del debito contratto in caso di licenziamento o dimissioni. Per la restante parte, nei casi regolamentati sempre dalle leggi citate, interviene l'assicurazione sul credito obbligatoria.




Valutazione dell'articolo
Cessione del quinto: gli obblighi del datore di lavoro

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:4.3 su 5    -    Numero voti: 3
---------
La redazione risponde


Domanda posta alla redazione il 23-06-2015:
il mio datore di lavoro ritiene che per rinnovare la cessione del v devo con la stessa saldare il pignoramento in corso e solo così darà il nulla osta,può farlo?

Risposta:
Gentile Utente,
è implicito nel rinnovo della cessione:
sempre e comunque, al rinnovo,deve essere saldato il residuo della cessione precedente.
Saluti.
La redazione