Rinnovo della cessione del quinto



La cessione del quinto può essere rinnovata prima della sua scadenza naturale.
Si tratta di una operazione attraverso la quale la vecchia cessione viene estinta anticipatamente grazie ad un nuovo finanziamento operato sempre attraverso una cessione del quinto dello stipendio.

I tempi per il rinnovo della cessione del quinto


La cessione del quinto può essere rinnovata solo laddove siano passati i due quinti della durata complessiva, ossia il 40% della durata stessa.
Per capire quindi se è possibile procedere con il rinnovo è necessario calcolare questo 40% e vedere se lo si è superato.
Un esempio: una cessione del quinto a 120 mesi (tipologia assai diffusa) è rinnovabile solo dopo che si è pagato il 40% delle rate, ossia 48. Una cessione a 96 mesi è invece rinnovabile, in base allo stesso calcolo, dopo il pagamento della 39esima rata.
C'è tuttavia una eccezione: questa regola non va applicata se ad essere rinnovata è una cessione di durata pari o inferiore ai 60 mesi: in questo caso si può rinnovare prima dei due quinti ma solo con una nuova operazione a 120 mesi. Si tratta di una possibilità legata ad una interpretazione "controversa" del D.P.R. 5 gennaio 1950, n. 180 (la legge che regola complessivamente la materia della cessione del quinto), accettata, con pochissime eccezioni, in tutti i casi di rinnovo.

I motivi del rinnovo della cessione del quinto


Il motivo principale nell'effettuare un rinnovo della cessione del quinto è la necessità di ottenere nuova liquidità: Chi rinnova vede sanata la vecchia cessione e riceve la liquidità rimanente frutto di un montante più elevato.
A fronte di questo vantaggio si mantiene l'onere, la rata, (sempre massimo un quinto della retribuzione) ma per un periodo più lungo rispetto alla cessione originaria.
Va considerato anche l'andamento della retribuzione del cedente: infatti a distanza di anni dalla stipula del contratto iniziale la retribuzione generalmente è sensibilmente aumentata. Di conseguenza anche la quota cedibile sarà maggiore: facendo un rinnovo con quota più elevata e durata maggiore si avrà una consistente liquidità aggiuntiva.

Alternativa al rinnovo della cessione del quinto


L'alternativa al rinnovo è un prestito delega. Generalmente questa alternativa viene posta in essere laddove non siano trascorsi ancora i tempi di legge per il rinnovo (i due quinti di cui parlavamo più sopra).
Se infatti non è possibile rinnovare si può cedere fino ad un secondo quinto della busta paga per ottenere un nuovo finanziamento.
Ancora: se si riesce ad ottenere condizioni vantaggiose si può optare per un consolidamento debiti, attraverso un prestito personale. Questa soluzione è piuttosto ardua: nel caso di prestiti personali interviene la necessità di valutare il rapporto tra reddito e rata. Una busta già gravata da una cessione può rendere difficile nuove erogazioni

Il costo del rinnovo della cessione del quinto


Rinnovare la cessione ha un costo pari alle rate non ancora pagate (capitale residuo) e al rimborso degli interessi ad esso connessi. Quando ci riferisce a questi ultimi si intende quelli relativi al tan della cessione. Le altre spese accessorie obbligatorie (ad esempio l'assicurazione) che concorrono alla formazione del taeg non verranno rimborsate.
Di qui l'attenzione che va riposta, in sede di rinnovo, sulla durata effettiva del contratto da rinnovare e a che punto del rimborso ci si trovi: più si è vicini alla fine e più il rinnovo converrà. Più si è lontani e più si deve accettare che le spese fisse siano state sostenute e, non essendo rimborsabili, vadano perse. Se si ha disponibilità e possibilità di seguitare ad impegnare il quinto della busta paga questo è l'unico vero scotto da pagare per il rinnovo.


Valutazione dell'articolo
Rinnovo della cessione del quinto

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:4.6 su 5    -    Numero voti: 12
---------
La redazione risponde


Domanda posta alla redazione il 23-07-2017:
ho estinto una cqs prima del periodo di 2/5 . Ne posso chiedere vun'altra?

Risposta:
Gentile Utente,
per poter richiedere la nuova cessione del quinto dovrà attendere un anno dalla data dell'estinzione della precedente.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 25-08-2016:
Si può richiedere un finanziamento subito dopo aver rinnovato la cessione del quinto?

Risposta:
Gentile Utente,
con una cessione in corso generalmente un comune finanziamento viene comunque rifiutato, almeno che non si tratti di un prestito delega. Il motivo del rifiuto è legato al fatto che se si ha già una rata che impegna il 20% del reddito del richiedente è alto il rischio che questi non ce la faccia, in seguito, a pagare le rate con precisione e puntualità.
Saluti.
La redazione