Domanda n.12382 del 07-02-2016




Domanda:
Salve,
ho un posto statale il mio reddito é di 1200 euro mensili,ho giá un prestito di 10.000 euro con rate da 300,posso chiederne un altro di 4.000 euro con rate da 120euro? per comprare un auto
(Domanda inserita il 07-02-2016 sulla pagina: Elementi chiave per ottenere un prestito)

Risposta:
Gentile Utente,
allo stato attuale delle cose Lei dedica il 25% del Suo reddito al pagamento della rata del prestito da 10.000 euro già in essere. Tale percentuale è proprio sul limite oltre il quale, statisticamente, si è sovraindebitati e si comincia a faticare a pagare con regolarità i propri debiti.
Di qui il fatto che se Lei chiedesse il nuovo prestito probabilmente avrebbe grosse difficoltà.
Infatti, se sommiamo la rata da 300 euro con quella da 120 euro (del nuovo prestito), avremmo un totale di 420 euro, pari al 35% del reddito disponibile. E' decisamente troppo.
Come se ne viene fuori dunque?
Nella Sua situazione non crediamo che proporre un garante potrebbe risolvere la questione; infatti questa figura ha un ruolo ma quando ancora l'indebitamento si attesta della fascia 20% - 30%, oltre il rischio che poi il garante debba intervenire troppo spesso è marcato.
Probabilmente la strada da seguire è sfruttare la Sua posizione lavorativa: come dipendente statale potrebbe fare una cessione del quinto dello stipendio e consolidare i Suoi debiti, avendo quindi una rata mensile pari a quella che già paga attualmente.
L'entità totale del prestito dovrebbe essere pari alla somma che deve alla prima finanziaria per estinguere in una unica soluzione il prestito di 10.000 euro più i 4.000 euro che Le occorrono per l'auto.
Potrebbe anche ridurre la rata; nella cessione del quinto quest'ultimo è solo il valore massimo che si può cedere e quindi nulla escludere di cedere di meno per aver un minor impatto sul bilancio familiare; dato l'importo relativamente contenuto che Le occorre ha facilmente modo, giocando sulla durata del prestito, di "costruirsi" la rata che più desidera, sempre nei limiti che comporta allungare il periodo di rimborso (può leggere al riguardo: Durata di un prestito: come risparmiare sugli interessi
Saluti.
La redazione

La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No



Valutazione dell'articolo
Domanda n.12382 del 07-02-2016

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto: Articolo ancora non votato
---------
La redazione risponde


Domanda posta alla redazione il 09-02-2016:
sono titolare della postepay vorrei chiedere un piccolo prestito di 1500 restituibile con bollettini postali però ce un fatto che x la crisi di due anni fa che ero in cassa integrazione sono segnalato come cattivo pagatore lo posso ottenere lo stesso il prestito?

Risposta:
Gentile Utente,
a causa della segnalazione negativa è impossibile per Lei accedere ad un prestito, almeno di non avere un oggetto da impegnare o essere lavoratore dipendente e poter fare una cessione del quinto dello stipendio.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 09-02-2016:
vorrei avere un informazione ho due prestiti alle spalle che fanno un totale di 3500 euro vorrei richiederne un altro facendo un unica rata e possibile averlo oppure non lo accettano


Risposta:
Gentile Utente,
per poter rispondere con un minimo di precisione sarebbe necessario sapere almeno quale è il Suo reddito mensile.
Se vuole può comunicarci con una nuova domanda (in cui deve citare "segue domanda 12405") i seguenti dati:
- reddito mensile
- provenienza del reddito (lavoro dipendente, autonomo, pensione)
per ogni prestito in corso:
- importo erogato inizialmente
- numero delle rate pagate
- numero delle rate ancora da pagare
Solo con questi dati è possibile valutare complessivamente la situazione e fare delle ipotesi concrete,
Saluti.
La redazione

----------