Domanda n.16106 del 05-12-2016



Domanda:
Sono un commesso di 29 anni. Da 7 anni sono a tempo indeterminato.
Busta paga di 1200 euro. Abito da solo e pago 350 euro di affitto.
Posso ottenere un prestito di 10000 euro?
Quale durata mi potete consigliare?
(Domanda inserita il 05-12-2016 sulla pagina: Rata e durata di un prestito da 10000 euro)

Risposta:
Gentile Utente,
il Suo reddito è idoneo all'erogazione di un prestito di 10.000 euro.
Sulla durata il ragionamento da fare è questo: meno dura il prestito, più alta è la rata ma meno interessi si pagano.
Con una dilazione più lunga, invece, si avrà una rata più bassa ma il costo complessivo del prestito sarà maggiore.
Può leggere al riguardo: Durata di un prestito: come risparmiare sugli interessi.
Con il Suo reddito Lei può sostenere una rata di circa 260 euro (circa il 20% del reddito mensile). Ad un taeg dell'11% (media di mercato) restituirebbe il dovuto in circa 48 mesi. Lo stipendio disponibile, decurtato di rata e affitto, sarebbe di 610 euro.
Se scegliesse di pagare in 72 mesi la rata scenderebbe a 190 euro, e avrebbe a disposizione un residuo per vivere di 660 euro, 50 euro in più della precedente soluzione.
La prima ipotesi le costa in totale 48 rate da 260 euro, ossia 12.480 euro, la seconda invece, con 72 rate da 190, Le costa 13.680 euro, ben 1.200 euro in più.
Come avrà capito non esiste una "scelta migliore" ma una "scelta più adatta" alle proprie esigenze.
Saluti.
La redazione

La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No



Valutazione dell'articolo
Domanda n.16106 del 05-12-2016

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto: Articolo ancora non votato
---------
La redazione risponde


Domanda posta alla redazione il 09-01-2017:
Salve mia moglie sta chiedwndo un mutuo con i suoi genitori come garanti(mutuo di 120.000 euro con anticipo di 100.000 euro)premetto che siamo in separazione dei beni,io sono segnalato al crif per due rate pagate in ritardo, questo puo compromettere l' accettazione della domanda? Grazie

Risposta:
Gentile Utente,
purtroppo la presenza di una segnalazione nel nucleo familiare implica difficoltà anche per tutti gli altri membri non segnalati.
Il regime di separazione dei beni non influisce in questo tipo di situazione.
Ora va detto che la Sua segnalazione non è per una omissione ma per un ritardo; non siamo proprio sicuri che la banca rinunci ad erogare un mutuo per un ritardo di questo tipo.
Come avrà capito quindi c'è un margine di discrezione e purtroppo non si possono fare ipotesi con un grado di sicurezza accettabile.
Saluti.
La redazione

----------