Valutazioni su cessione del quinto a sei anni, a quanto ammonta la rata? E' la durata migliore?



Domanda:
buona sera
volevo chiedere cessione del quinto per 7.000 euro non ho trattenute in busta paga anche se ho altri prestiti che sto regolarmente pagando.
Vorrei sapere la rata che mi verrebbe in sei anni sono assunto a tempo indeterminato

(Domanda inserita il 05-04-2017 sulla pagina: Prestiti e finanziamenti Prestitempo)


Risposta:
Gentile Utente,
è piuttosto difficile rispondere con precisione alla Sua domanda, ed è quello che proveremo a fare nella prima parte della risposta. Nella seconda invece faremo una valutazione sulla durata da Lei scelta e su un potenziale limite da non sottovalutare.

Imposto previsto della rata
Nella cessione del quinto l'importo della rata, a parità di durata, varia in base al taeg applicato; tale tasso è fortemente influenzato da molti fattori, come ad esempio l'età del richiedente, il sesso, gli anni di anzianità e il relativo TFR accantonato, lo stato di salute, il tipo di datore di lavoro.
Nello specifico:
- le donne avranno un taeg lievemente minore in quanto sono più longeve e quindi pagano meno di assicurazione vita obbligatoria)
- all'aumentare dell'età la stessa assicurazione costa di più
- il TFR è posto a garanzia della cessione, quindi minore esso è maggiore è il rischio per la finanziaria e quindi il tasso d'interesse sale
- se si hanno problemi seri di salute sale il costo dell'assicurazione vita
- se il datore di lavoro è particolarmente solido (ente pubblico, ad esempio) cala il presso della assicurazione rischio impiego obbligatoria
Come vede ci sono molti fattori e quelli elencati non sono nemmeno tutti.
Quanto pagherà di rata dunque?
Il taeg medio delle cessioni è attualmente intorno al 9%, quindi se Lei si trova esattamente sulla media con tutti i fattori che abbiamo elencato, pagherà 126 euro al mese. Se si discosta da questa media è ragionevole pensare un "forbice" di costo rata che va dai 115 euro ai 160 euro.

Durata della cessione
La durata che Lei ha prescelto, sei anni, non è strategicamente la migliore. Il motivo è l'interpretazione della legge 180/50 che regola la cessione del quinto per la quale se si fa una cessione con durata al massimo di cinque anni la si potrà rinnovare in qualunque momento con una a dieci anni.
Se, invece, si fa una cessione oltre i sei anni ecco che per rinnovare bisognerà aspettare di aver pagato i due quinti del totale delle rate.
In parole povere, se Lei accede oggi alla cessione a sei anni se poi avesse bisogno di ulteriore capitale dovrebbe attendere 29 mesi per rinnovare.
Se, invece, stipula a cinque anni potrebbe rinnovare, con nuova durata a 120 mesi, anche prima, ad esempio tra sei mesi o un anno.
Ci sembrava importante questa precisazione anche in virtù del fatto che Lei ha altri prestiti in corso e, quindi, la cessione è la Sua unica arma efficace per essere finanziato senza se e senza ma da parte della finanziaria.

Saluti.
La redazione
La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No



Valutazione dell'articolo
Valutazioni su cessione del quinto a sei anni, a quanto ammonta la rata? E' la durata migliore?

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto: Articolo ancora non votato
---------
La redazione risponde


Domanda posta alla redazione il 06-04-2017:
Buonasera,
sono una libera professionista con un reddito di circa 70000 euro all'anno. avrei bisogno di un prestito per consolidamento debiti. sono segnalata in crif, posso ottenere un prestito cambializzato?


Risposta:
Gentile Utente,
in linea teorica si, tuttavia ad oggi non conosciamo finanziarie, che operino in maniera seria e trasparente, che eroghino questa forma di prestito.
Saluti.
La redazione

----------