Prestito a pensionata con reddito sufficiente in rapporto alla richiesta, quale è il limite di età?



Domanda:
Salve,
mia madre vorrebbe richiedere un prestito di 11.000 euro, con una pensione di 1.400/mese da restituire in 48 rate ( ma anche in 36 al limite )...è possibile considerando che ha 76 anni di età?
Grazie e buona serata.

(Domanda inserita il 06-06-2017 sulla pagina: Prestiti e finanziamenti Agos Ducato)


Risposta:
Gentile Utente,
sono due i fattori chiave nel quesito che ci pone, ossia il reddito di Sua madre e la Sua età.
Il reddito determina la fattibilità di rimborsare il prestito in un periodo di tempo il più possibile ridotto per essere coerenti con il secondo fattore chiave, ossia l'età.
Il reddito da pensione di Sua madre, di 1.400 euro, sarebbe congruo rispetto ad una soluzione a 48 mesi; la rata infatti sarebbe orientativamente pari ai 280 euro, valore che rappresenta un quinto del reddito e come tale rientrante nel limite massimo di sicurezza rispettato da tutte le finanziarie.
La soluzione a 36 mesi invece non è ammissibile: la rata salirebbe a circa 360 euro, ossia il 26% della pensione e questo livello di indebitamento è considerato troppo elevato.
Per quanto attiene l'età, nell'ipotesi di erogazione a 48 mesi, si avrebbe l'ultima rata pagata nell'ottantesimo anno di età di Sua madre.
E' un valore abbastanza al limite; la legge non impone un divieto di superamento di una soglia di età, se non quello dei novanta anni, da considerarsi appunto limite massimo e lasciando alle finanziarie la possibilità di assestarsi in un qualsiasi altro livello inferiore. In altre parole una finanziaria potrebbe erogare con limite di 88 anni, un'altra di 80 anni, ma nulla vieta ad una terza di scegliere come età limite il compimento del 65esimo anno di età. Tutti questi valori debbono intendersi età anagrafica al momento del pagamento dell'ultima rata del finanziamento.
Il riflesso di questo stato di cose è che generalmente la finanziaria, se decide di erogare, impone una assicurazione rischio vita proprio per tutelarsi in caso di premorienza del debitore; questa assicurazione ha costi non indifferenti ed incide quindi sul costo complessivo del prestito.
In base a quanto detto potrà capire che è molto difficile fare una previsione precisa ed affidabile sull'esito dell'istruttoria.
Tuttavia, in base all'esperienza di altri utenti, ci appare abbastanza sensato provare a fare richiesta: il termine di ottanta anni risiede comunque all'interno dell'attuale aspettativa di vita di un soggetto donna; il reddito a disposizione è comunque buono come abbiamo indicato prima, quindi Agos, o anche altre finanziarie in caso di un diniego da parte della prima, dovrebbero poter erogare.
I possibili scenari potrebbero essere:
- erogazione del prestito senza alcun tipo di problema
- richiesta di riduzione del importo richiesto per accelerare ulteriormente la restituzione del dovuto
- richiesta di un cointestatario del prestito di età inferiore e con reddito almeno pari.
Saluti.
La redazione
La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No



Valutazione dell'articolo
Prestito a pensionata con reddito sufficiente in rapporto alla richiesta, quale è il limite di età?

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto: Articolo ancora non votato