Domanda n.4273 del 13/10/2013



Domanda:
Buongiorno.
Con la mia famiglia stiamo valutando di acquistare una casa, ma ci servirebbe liquidità per bloccarla.
Possediamo, oltre alla nostra prima casa che è attualmente in vendita, un altro appartamento che venderemo sicuramente entro l'anno prossimo (abbiamo già l'acquirente).
I miei genitori sono pensionati e io lavoratrice a tempo determinato.
Volevo sapere, se viene messo nero su bianco che la casa di cui sopra verrà venduta entro il 2014, ed il compratore ha garanzie (di reddito e non solo) c'è possibilità di ottenere un prestito in queste condizioni?
Grazie.
(Domanda inserita il 13-10-2013 sulla pagina: Rata e durata di un prestito da 50000 euro)

Risposta:
Gentile Utente,
in primo luogo sarebbe stato opportuno comunicarci di che importo stiamo parlando, che è il punto d'inizio per fare qualche ipotesi il più sensata possibile.
In secondo luogo servirebbe almeno il reddito dei Suoi genitori e, seppur con una importanza minore, il Suo e la durata residua del Suo contratto di lavoro. Stabilite queste variabili si potrebbe vedere se l'importo richiesto è compatibile con il reddito dimostrabile di cui, complessivamente, disponete.
Per quanto attiene alla futura vendita dell'appartamento, prevista per il 2014, essa non ha alcuna influenza. Non si può portare in garanzia nessun elemento di cui si disporrà (anche sicuramente) in futuro: ad esempio, se Voi aveste già fatto il compromesso tempo fa ma solo domani andreste al rogito, potreste "influenzare" la finanziaria a Vostro favore solo da dopodomani in poi, giorno in cui ragionevomente sareste in possesso della somma derivante dalla vendita.
E' importante però aggiungere la seguente osservazione: ad una banca o finanziaria interessa prima il reddito corrente e solo dopo la situazione patrimoniale del richiedente: fra un dipendente con 1.500 euro di stipendio mensile e un autonomo che negli ultimi anni ha avuto un reddito pari a 500 euro mensili ma dispone di 3 appartamenti di proprietà, sarà sempre il primo ad essere più appetibile. Dobbiamo sempre ricordare, infatti, che l'obiettivo della finanziaria è incassare regolarmente le rate e non aggredire il patrimonio del debitore in caso di insolvenza, operazione che risulta lunga e difficoltosa.
Saluti.
La redazione

La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No



Valutazione dell'articolo
Domanda n.4273 del 13/10/2013

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto: Articolo ancora non votato