Sviluppano applicazioni per Iphone grazie ad un finanziamento della provincia di Pesaro Urbino



Due donne e due idee, la voglia di provare a fare imprenditoria ed un tessuto sociale ed economico, quello della regione Marche, favorevole: sono gli ingredienti di una storia di business nata e cresciuta grazie ad un finanziamento della provincia per la creazione di imprese nell'asse dell'adattabilità.
E' la storia di un successo nell'ottenimento di un supporto economico (un finanziamento a fondo perduto per la precisione) al quale sta seguendo un successo nello sviluppo commerciale e tecnico di applicazione per Iphone (e presto anche per altri smartphone con symbian, android e altri sistemi operativi) che semplificano la vita di tutti i giorni e ci permettono di risparmiare tempo e fatica nelle incombenze quotidiane.
Abbiamo incontrato Sara e Maghi, le artefici di questo progetto, appassionate di tecnologia, attente all'esigenze delle persone comuni ma anche dei businessmen più indaffarati.

L'idea


D: Quale è stata la vostra idea imprenditoriale e di che budget avevate bisogno ?
R: La nostra business idea era quella di colmare alcune lacune che ci sono nel mondo delle applicazioni per gli smartphone, lacune che guarda caso corrispondono a dei desideri degli utilizzatori e così abbiamo semplicemente provato a mettere insieme le conoscenze delle tecnologie che abbiamo per passione, con le problematiche che abbiamo nel quotidiano; intrecciando queste due variabili stanno uscendo diverse possibili applicazioni, per ora ne abbiamo realizzate e messe in commercio due.

Ci raccontano di Trovapark e di W&B, WAIT & BUSINESS. La prima è una applicazione che consente di trovare rapidamente posteggio per la propria auto grazie alla segnalazione di chi quel posteggio lo sta liberando. Grazie all'interfaccia semplice ed intuitiva chi lascia un parcheggio segnala che sta partendo e trasmette le coordinate gps del posto libero a chi si trovasse in zona alla ricerca di uno spazio dove parcheggiare a sua volta.
La seconda è un servizio per tutti coloro i quali si spostano molto per lavoro e hanno tempi morti, ad esempio, in aeroporto. Grazie a W&B durante questi momenti tutti coloro i quali hanno l'applicazione aperta si segnalano a vicenda la propria presenza e la disponibilità ad incontrarsi per discutere di affari, valutare idee profittevoli, scambiarsi consulenze.
Il budget necessario per la realizzazione e commercializzazione dei due prodotti era di 30.000 euro.

Il finanziamento


D: A chi vi siete rivolti per ottenere il finanziamento?
R: Ci siamo rivolti ad un consulente di Start-Up imprese, ma nel nostro team abbiamo un esperto di Business Plan. Il consulente ci ha messo al corrente di un bando provinciale che dava fino a 25.000,00 € a fondo perduto per la creazione di imprese nell'asse dell'adattabilità. Con le Banche non abbiamo provato visto che il nostro progetto è arrivato primo fra circa 300 presentati di cui pochi finanziati. Qui ha vinto la miscela di fortuna di capitare dal consulente proprio mentre stavano aprendo un bando e quella di avere un Business Plan fatto bene per cui è stato semplice inserirlo nel sistema della provincia.

Punti chiave del successo


D: Quali sono, secondo voi, gli elementi chiave che vi hanno consentito di ottenere il finanziamento?
R: Gli elementi che ci hanno consentito di ottenere il finanziamento sono:
- l'idea
- la provincia in cui viviamo che è stata attenta ai progetti e alle idee
- l'ottimo dialogo con il consulente per il finanziamento che ci ha migliorato il "business plan fatto in casa" (anche se credo che riuscire a farsi un business plan è fondamentale per capire lo sviluppo futuro della propria idea, quindi qui se posso permettermi un consiglio, mai farselo fare da terzi, ma partecipare attivamente alla sua formazione passo a passo)
- la competenza complessiva che ha il team con cui abbiamo deciso di lavorare ... ci vogliono troppe competenze per farsi apprezzare in questo contesto, oltre alle idee: ci vogliono conoscenze Tecniche sulle tecnologie, Commerciali sul marketing e sul web-marketing, sui finanziamenti.

Link


Sara e Maghi: intervista al TG3
Download gratuito di TrovaPark
Download di W&B



Valutazione dell'articolo
Sviluppano applicazioni per Iphone grazie ad un finanziamento della provincia di Pesaro Urbino

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:4.5 su 5    -    Numero voti: 2
---------
La redazione risponde


Domanda posta alla redazione il 23-01-2016:
Salve. Il mio ragazzo ha chiesto un prestito, la banca ha chiesto la firma di un garante. Mi sono offerta personalmente ma hanno rifiutato poiché non siamo sposati. È vero che il garante può essere soltanto un familiare o il coniuge? Grazie.

Risposta:
Gentile Utente,
no, il garante può appartenere come essere estraneo al nucleo familiare.
Saluti.
La redazione