Calcolo del prestito di consolidamento



Calcolo prestito consolidamento debiti Il calcolo per definire l'importo e le rate di un prestito per consolidamento debiti si effettua attraverso due passaggi: nel primo si va a calcolare quanto dovuto per l'estinzione anticipata dei debiti da consolidare (conteggio estintivo); nel secondo, sull'indicazione dalla rata desiderata dal debitore, si stabilisce la durata del nuovo prestito.
Lo strumento che segue consente di avere una indicazione su quale sarà la nuova rata se si andrà a consolidare i propri debiti. Il sistema fa un calcolo che si basa sui tassi d'interesse praticati nella maggior parte dei casi. Alcune differenze potrebbero essere rilevate qualora vengano richieste commissioni di estinzione anticipata dei vecchi prestiti o spese di istruttoria per i nuovi. Nonostante questo il calcolatore può dare una idea di cosa si può fare per ridurre il peso della rata mensile sul bilancio familiare e quale sia la durata del nuovo in base ai tassi che ci verranno proposti.


Importo tasso % importo rata durata complessiva (mesi) Rate pagate
Prestito n. 1
Prestito n. 2
Prestito n. 3
Prestito n. 4
Prestito n. 5
Eventuale nuova liquidità aggiuntiva
Rata desiderata
oppure rata più bassa possibile possibile

Attenzione!
Bisogna inserire almeno il primo prestito per procedere con il calcolo



Potrebbero interessarti:
Prestito per consolidamento debiti, accorpare più finanziamenti in un'unica rata
Cessione del quinto
Valutazione dell'articolo
Calcolo del prestito di consolidamento

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:3.9 su 5    -    Numero voti: 8
---------
La redazione risponde


Domanda posta alla redazione il 24-02-2017:
buongiorno io posseggo tre prestiti con rate di 250-252-300 euro vorrei chiudere questi tre prestiti e' farne solo uno


Risposta:
La risposta a questo quesito è stata data alla pagina
Consolidamento di tre prestiti in uno, è fattibile?

----------


Domanda posta alla redazione il 13-02-2017:
Salve, sono un lavoratore a tempo indeterminato con uno stipendio di 1.350 euro netti da 2 anni. Ho un prestito personale di 5.000 euro ho pagato gia 10rate da 95 euro. Ne ho un altro di 10.000 euro e ho pagato 5 rate da 216 euro. Tutte pagate regolarmemte con addebito su conto corrente. Posso richiedete un prestito di consolidamento con un ulteriore liquidita di 5000 euro? Grazie

Risposta:
La risposta a questo quesito è stata data alla pagina
Domanda n.16574 del 13-02-2017

----------


Domanda posta alla redazione il 19-01-2017:
su 10.000 euro di quanto dovrebbe essere il tasso in84 mesi

Risposta:
Gentile Utente,
il TAEG medio attuale si attesta intorno all'11%.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 22-09-2016:
Buongiorno ho 68 anni e sono pensionato dal 2011 con una pensione di 1800 euro netti sulla quale ho una trattenuta del 5° con Findomestic di 348 euro dall'1/10/2015 all'1/09/2025 e quindi la pensione scende a circa 1500 euro netti, poi ho 4 prestiti con varie finanziarie:Findomesticon rata di 380 euro dall'1/04/2016 all'1/08/2024 - Compass rata di 183 euro dal 30/08/20147 al 30/01/2018 - Fiditalia rata di 280 euro dal15/11/2015 al 15/04/2019 - Santader rata do 81 euro dal 15/05/2016 al 15/04/2018 quindi a parte la trattenuta del 5° ho un'ulteriore debito mensile per circa 950 euro che vorrei consolidare in un'unico prestito ed unica rata di circa 600 euro ho possibilità di farlo? grazie, cordiali saluti

Risposta:
Gentile Utente,
con la situazione di sovraindebitamento in cui si trova purtroppo l'unica manovra possibile sarebbe un rinnovo della cessione del quinto per ottenere nuova liquidità ed estinguere almeno parte degli altri debiti. La cosa però sarà fattibile solo nel 2018, allo scadere della quarantottesima rata.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 01-04-2016:
Buonasera,la mia situazione è la seguente: Sono un dipendente Statale Con 22 anni di servizio e 42 anni. Il mio reddito netto è di euro 2100. Ho: Una cessione da euro 250, una delega da euro 170, un prestito per euro 310 ( 15 rate pagate ),un prestito da euro 7000, con rata 175, inoltre ho una carta di credito con d debito di euro 7300 ( rata euro 210 ) ed una carta con debito di euro 2000 ( rata 90 euro ) il totale delle rate, a parte le , è di euro 475 debito residuo euro 15700 ca. ( le due carte il finanziamento di euro 7000) . Volevo sapere se non incorro in dinieghi se chiedo alla,stessa finanziaria con la quale ho già una rata da euro 310 succitata, il consolidamento di queste aperture di credito che, mi farebbe risparmiare, secondo vari simulatori, quasi 200 euro mese. A,sostegno fi quanto sopra,espongo che,ho da sempre onorato regolarmente e puntualmente ogni rata ad oggi, avvalendomi, per tutti, di rid. Gtazie

Risposta:
Gentile Utente,
se nel prestito di consolidamento non intende aggiungere nuova liquidità allora ha maggiori possibilità di ottenerlo. In caso contrario, vista la Sua esposizione consistente il diniego sarebbe praticamente scontato.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 14-03-2016:
Buongiorno, spero di essere chiaro.
Ho fatto un prestito di 5000 euro ho pagato in ritardo alcune rate a causa della perdita di lavoro. Asesso nn è ho pagato 9 in totale sempre per il seguente motivo. In tutto ne ho pagate 25 rate. Potrei domandare un prestito di per coprire tutte le rate e avere altra liquidita per me. Da premettere che h o trovato lavoro con un redditi di 1200 puliti. Grazie


Risposta:
Gentile Utente,
fino a che non verrà sanata la precedente posizione non potrà accedere nuovamente ad un prestito a causa della segnalazione per rate insolute che la finanziaria avrà effettuato presso la Crif.
La presenza della segnalazione infatti che indica che Lei, a prescindere dai motivi, non è un buon pagatore e quindi nessuna banca o finanziaria può correre il rischio di finanziarla.
L'unico prestito che si può richiedere nella condizione di cattivo pagato è la cessione del quinto dello stipendio, ma come neoassunto è fortemente improbabile che possa ottenerla (a prescindere poi da altri requisiti da verificare).
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 04-02-2016:
Salve, ho chiesto ed ottenuto il calcolo del prestito di consolidamento dei miei debiti e sono uscite quattro soluzioni. Vorrei sapere a quale banca si riferiscono le risposte a me date.grazie

Risposta:
Gentile Utente,
il calcolatore fornisce soluzioni basandosi sui tassi medi di mercato.
I risultati proposti servono ad orientare l'utente sulle possibilità a Sua disposizione ma non fanno riferimento ad offerte di banche o finanziarie specifiche.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 10-09-2014:
Il prestito per consolidamento debiti presuppone la cessione del 5° dello stipendio e quindi una tfr non vincolata?

Risposta:
Gentile Utente,
no, un consolidamento può essere ottenuto anche con un prestito personale non basato su cessione del quinto dello stipendio.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 07-05-2014:
Buonasera,
Io sono un ragazzo di 26 anni a cui sono morti entrambi i genitori e mi sono rimasti i debiti delle macchine da pagare ma gli importi sono troppo alti per cui vorrei chiedere un prestito per consolidamento debiti e per avere qualche liquidità.
Sono un prestatore di manodopera e ho la partita iva da un anno. Esiste la possibilità che qualcuno mi faccia un prestito senza che io disponga di un garante visto che non ho nessuno?
Grazie in anticipo per l'attenzione


Risposta:
Gentile Utente,
requisito fondamentale per ottenere un prestito (in generale e quindi anche di consolidamento) è, per Lei che ha la partita IVA, aver concluso almeno un anno fiscale di attività, ossia aver presentato almeno una dichiarazione dei redditi (modello UNICO). Se ha questo requisito ridivida per 12 il Suo reddito netto ed avrà il reddito netto medio mensile.
Utilizzando il modulo di calcolo in questa stessa pagina possiamo fare una valutazione di fattibilità.
Innanzitutto metta i valori relativi ai prestiti ancora in corso.
Poi nella "rata desiderata" metta il 20% circa del Suo reddito e controlli se il sistema Le da possibilità di consolidamento: se la rata desiderata si rilevasse troppo bassa ecco che non Le consentirebbe il calcolo.
Nell'elenco delle possibilità che Le verrà restituito dovrà escludere le soluzioni più lunghe orientativamente dagli 84 mesi in su.
Se viene una soluzione con tasso intorno all'11% - 12% ecco che la cosa potrebbe essere fattibile.
Se ha difficoltà a fare la simulazione ci invii, con una nuova domanda su questa stessa pagina e citando "segue domanda 5889", tutti i dati con cui compilerebbe il modulo e provvederemo noi a fare il calcolo.
Saluti.
La redazione