Rata e durata di un prestito da 100000 euro

Le garanzie a disposizione ed un reddito compatibile sono i fattori chiave per ottenere un prestito di 100.000 euro


Ottenere in prestito 100.000 euro è possibile solo avendo garanzie molto solide. Tali garanzie sono principalmente o la busta paga attestante, oltre al reddito sufficiente a pagare la rata del prestito, l'esistenza di un contratto di lavoro a tempo indeterminato, ed in tal caso si ricorrerà ad una cessione del quinto dello stipendio, oppure si potrebbe ricorrere ad un prestito vitalizio che pone come garanzia l'ipoteca su un immobile di proprietà. Quest'ultimo prodotto finanziario, il prestito vitalizio, non è rimborsabile mediante il pagamento di rate e quindi non verrà esaminato in questo articolo.

Tornando alla cessione del quinto, questa soluzione, da sola, è poco percorribile perchè l'importo della rata per ottenere un netto ricavo così alto è fuori dalla portata della stragrande maggioranza dei lavoratori dipendenti. Per cedere un quinto pari a 1000-1200 euro si dovrebbe infatti disporre di un netto in busta di 5000 - 6000 euro! La soluzione alla questione viene fornita dal prestito delega che consente di cedere un ulteriore quinto dello stipendio. Va ricordato che il prestito delega (o prestito con delegazione di pagamento) non ha lo stesso forte carattere di diritto di ogni lavoratore dipendente come la cessione del quinto.

Segue una tabella dei possibili importi rata per ottenere 100.000 euro in prestito. Questa è a titolo esemplificativo visto la complessità dell'operazione, ma può dare una indicazione di quale impegno economico questa comporterà.

Es. : prestito della durata di 120 mesi

Tasso Durata Importo rata
7 120 1161
8 120 1213
9 120 1266





Potrebbero interessarti:
Prestito vitalizio
Prestito delega
Valutazione dell'articolo
Rata e durata di un prestito da 100000 euro

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:3.3 su 5    -    Numero voti: 34
---------
La redazione risponde


Domanda posta alla redazione il 18-01-2017:
Salve. Sono in attesa di divorzio. L ex marito ha per sentenza casa e obbligo di pagare il mutuo. Sia casa che mutuo restano cointestato. La durata è trentennale ma rata bassa di 360 euro mensili. Ora con il nuovo compagno vorrei prendere un prestito di 80000 mila euro. Il mio compagno è autonomo con un orestito in corso che estinguere be con ul nuovo. Io sono statale scuola precaria ma con anzianità lavorativa più che decennale. Potremmo accedere al nuovo prestito? La situazione con l ex marito potrebbe essere un ostacolo e se si cosa potrei fare per ottenere il nuovo prestito?

Risposta:
Gentile Utente,
Lei con un mutuo cointestato, sebbene la sentenza preveda l'addebito complessivo al Suo ex-marito, è a nostro modo di vedere impossibilitata ad ottenere un secondo mutuo. Va provata a fare la richiesta presso uno o più istituti bancari ma le possibilità sono poche.
Non va inoltre dimenticato che Lei è comunque una lavoratrice precaria.
Sul fronte del Suo nuovo compagno molto fa il reddito medio mensile dichiarato: se siamo almeno intorno ai 1.500 euro mensili non vediamo grandi difficoltà per lui ad ottenere gli 80.000 euro che Vi occorrono, sempre che contestualmente estingua il prestito attualmente in essere.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 14-01-2017:
salve io vorrei aprire un bar però come anticipo mi chiedono 100.000 euro è possibile chiedere un prestito di questa cifra?


Risposta:
Gentile Utente,
sarebbe possibile se Lei disponesse di una garanzia molto solida, di valore pari al magari anche al doppio del importo che Le occorre.
Il fatto di aprire una attività non da alcuna garanzia sui profitti futuri (essendo appunto ancora da venire) e, di conseguenza, è difficile farsi finanziare.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 30-12-2016:
Salve, come potrei avere un prestito di 70.000/80.000 euro avendo un lavoro ma con pagamento tramite voucher? Grazie Mario

Risposta:
Gentile Mario,
per importi di questa entità occorre un reddito consistente e dimostrabile mediante busta paga.
Nel caso dei voucher il reddito non sarebbe comunque sufficiente a fronteggiare la rata di un impegno finanziario così elevato, ed inoltre l'instabilità del tipo di prestazione lavorativa è ulteriore limite all'ottenimento di un qualsiasi prestito.
Deve immaginare che anche in caso di regolare contratto di lavoro a tempo determinato gli importi ottenibile sono piuttosto bassi (può leggere: Prestito con contratto a tempo determinato).
Ad oggi, inoltre, le finanziarie ancora non si sono attivate con prodotti specifici, ossia dei piccoli prestiti, per la Sua categoria di lavoratori.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 15-12-2016:
Avrei trovato una casa da comprare interamente da ristrutturare, il prezzo si aggirerebbe tra i 20 e i 30 mila euro, se la comprassi con i miei soldi, le banche sarebbero disposte a finanziarmi le ristrutturazione con un mutuo da 70/80 mila euro?

Risposta:
Gentile Utente,
dipende essenzialmente dal valore di mercato dell'immobile: se vale realmente 20 - 30.000 euro la banca non finanzierà una ristrutturazione così costosa, a meno di portare altri beni in garanzia.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 15-12-2016:
Sapreste dirmi a quanto si aggirerebbe piu o meno la rata mensile di un mutuo da 100mila euro dilazionato in 30 anni? Grazie.

Risposta:
Gentile Utente,
a tasso fisso si parte da circa 360 euro al mese, variabile invece da circa 320 euro.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 12-12-2016:
Salve, ho 22 anni un lavoro a tempo indeterminato con stipendio mensile di mille euro, vorrei acquistare una casa ( valore 100mila euro) considerando che avrei anche la firma di un garante, sarei in grado di ottenere 80/90 mila euro con la mia busta paga? ( leggevo anche di particolari offerte per giovani sotto i 30 anni) grazie.

Risposta:
Gentile Utente,
il reddito è sufficiente a sostenere una rata per un mutuo di 80.000 euro, magari con una dilazione piuttosto lunga, ossia 30 anni.
Arrivare a 90.000 non sarebbe un problema sempre in rapporto al reddito ma lo sarebbe in quanto saremmo sul 90% del valore dell'immobile e molte banche si attestano sull'80%.
La presenza di un garante sicuramente aiuterà, specie in considerazione della Sua giovane età.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 25-11-2016:
I miei figli si sono ritrovati con la morte del padre a dover pagare un mutuo di 100 mila euro più debiti sempre del padre di altri 10000 euro avendo una entrata fissa annua dell'azienda vinicola ereditata di 20000euro nette più una busta paga di 1500 più casa e terreni si può richiedere un finanziamento per estinguere tutto? Verrebbe accettato con simili requisiti?

Risposta:
Gentile Utente,
si, con i requisiti che ci indica è possibile subentrare nel mutuo e provare a rinegoziarlo per far fronte all'ulteriore debito di 10.000 euro.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 17-11-2016:
Salve ho 28 anni e un contratto a tempo indeterminato da circa 15 mesi,la mia busta paga è di 1100 euro mensili e ho un garante..dovrei acquistare una casa da 176.000 euro e ne devo finanziare 120.000 euro sono a disposizione di 56.000 e dovrei chiedere un mutuo ipotecario,quante possibilità di successo ci sono? E quanto tempo passa all'erogazione dei soldi dall'avvio della pratica? Grazie buona giornata

Risposta:
Gentile Utente,
scegliendo una durata di rimborso lunga (diciamo intorno ai 30 anni), visto anche che dispone di un garante, dovrebbe avere buone possibilità di riuscita.
Sui tempi, invece, non sappiamo aiutarLa in quanto molto variabili da banca a banca; oscillano da un mese ad anche tre.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 06-11-2016:
Salve, sono un autonomo con redditi derivanti da immobili affittati. La mia ultima dichiarazione dei redditi è stata di 62.000 euro annui. È sufficiente per chiedere un prestito personale di 30.000 euro da restituire in 10 anni? Se non lo fosse, con questo reddito più o meno quanto potrei aspettarmi di ottenere ? Ho già un mutuo 25ennale, sempre regolarmente pagato con ipoteca su uno dei miei immobili e rate da 900 euro al mese

Risposta:
Gentile Utente,
pur essendo il Suo reddito certificato consistente la presenza di un impegno già così gravoso, ossia una rata da 900 euro al mese, a parer nostro rende molto difficile ottenere un ulteriore finanziamento, per di più di importo così consistente come quello che Le occorre.
Per quanto attiene all'importo massimo che potrebbe ottenere il problema è il medesimo: chi già impiega un quinto del proprio reddito per pagare una rata viene comunque visto dalle finanziarie abbastanza esposto da poter incorrere in mancati pagamenti; quindi non è un discorso di "quanto può ottenere", ma proprio di fattibilità di un qualsiasi prestito.
Detto questo Lei provi comunque a richiedere qualche preventivo, e anche partendo dalla cifra di 30.000 euro che ci indica, per vedere se c'è qualche margine nonostante il mutuo già in essere.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 15-10-2016:
Buongiorno , ho un reddito netto da dipendente di 52000 euro netto , contratto tempo indeterminato , vorrei un prestito di 100.000 euro per scopi personali. È' possibile ? Grazie

Risposta:
Gentile Utente,
il reddito ci appare sufficiente per ottenere un finanziamento di questo tipo.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 14-10-2016:
salve come posso accorpare un mutuo casa residuo di 74000 mila euro e finanziamenti vari per un totale di 72000 mila euro avendo un reddito mensile in due di 3400 euro. grazie

Risposta:
Gentile Utente,
può tentare un accorpamento, ma solo parziale visto le grandi cifre in gioco, facendo una surroga+liquidità del Suo mutuo. Diciamo "tentare" perché ci sono molte variabili da valutare, prima su tutte la tipologia e la quantità dei finanziamenti, escluso il mutuo, già in essere.
Dovrà quindi visitare uno o più istituti di credito per vedere se c'è realmente la fattibilità.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 09-10-2016:
Buongiorno io vorrei mettere su famiglia a vorrei acquistare un immobile dal valore di 150000 euro 50/60 mila euro posso darli in acconto pEr il resto avrei bisogno di un prestito personale premettendo che ho un contratto a tempo indeterminato da 1 anno reddito annuo medio di 18000 euro netti ed ho 29 anni riesco ad ottenere un prestito personale? E con quale istituto?

Risposta:
Gentile Utente,
il Suo reddito non è assolutamente sufficiente per ottenere un prestito di questo tipo.
La soluzione corretta (è molto più economica) è un comune mutuo ipotecario. In quel caso non avrà problemi a farsi finanziare, visto il reddito discreto, l'abbondante anticipo di cui dispone, il contratto di lavoro a tempo indeterminato.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 06-10-2016:
Buonasera vorrei fare una domanda per un mutuo.Con un reddito di 2250e potrei chiedere alla banca un mutuo di 90000e ?Valore della casa 125000.senza garante per 20 anni,grazie

Risposta:
Gentile Utente,
il Suo reddito sarebbe senz'altro sufficiente perché Lei possa ottenere il mutuo che Le occorre.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 20-09-2016:
Buongiorno, mia figlia, che ha 23 anni, percepisce uno stipendio netto mensile di euro 1.100 ed ha un contratto a tempo indeterminato. Vorrebbe acquistare una casa del valore di circa euro 900000. Riuscira' ad ottenere un mutuo o un finanziamento tenendo conto che vorrebbe fare un mutuo per il 100% del valore.

Risposta:
Gentile Utente,
forse ha indicato uno zero di troppo. Se occorresse un mutuo di 900.000 euro sarebbe impossibile ottenerlo a queste condizioni.
Per uno di 90.000 euro invece non dovrebbero esserci grossi problemi dal punto di vista della sostenibilità della rata. Certo verrebbe proposto un piano di rimborso lungo (pensiamo trentennale) per mantenere la rata compatibile con lo stipendio.
La questione spinosa è invece la percentuale del valore dell'immobile: anche se si ricominciano a vedere promozioni per mutui al 100% noi andremmo molto cauti ad affermare che allora è cosa fatta. La maggioranza degli istituti bancari è ancora su percentuali che viaggiano tra l'80% e il 90% del valore di stima.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 13-09-2016:
PRESTITO 130.000 EURO - RATA NON OLTRE 400.00 EURO E' POSSIBILE?

Risposta:
Gentile Utente,
se può usufruire di un mutuo, ovvero deve acquistare un immobile, con un mutuo trentennale dovrebbe riuscire nel Suo intento.
Se invece Le occorresse come liquidità è molto più difficile: occorrerebbe infatti porre a garanzia un immobile di valore anche doppio all'importo richiesto.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 07-09-2016:
Buongiorno,
io e il mio compagno vorremmo acquistare una casa da 180.000 euro. 150.000 ne mettiamo noi e volendo evitare un mutuo (che comporta spese notarili varie) vorremmo chiedere un prestito da 40.000 euro. Il mio compagno ha un contratto a tempo indeterminato ma a tutele crescenti (1.600) euro mensili mentre io ho un contratto a tempo determinato presso un ente pubblico che scadrà fra un anno e mezzo (1.400 euro). Dopo l'acquisto della casa ci resterà in banca un 10.000 che vorremo lasciare per le emergenze. Dice che ci concederanno un prestito (meglio banca o finanziaria?). Ci conviene un prestito o un mutuo! Grazie mille per la disponibilità e per l'utile servizio!


Risposta:
Gentile Utente,
purtroppo il Suo contratto a tempo determinato ha poco valore in un debito come quello che dovrete fare; infatti per rimborsare cifre intorno ai 40.000 euro non basterebbe mai un anno e mezzo.
Così rimane da considerare solo il reddito del Suo compagno e, vista l'entità di quanto vi occorre, il mutuo ci pare l'unica strada percorribile perché
un prestito di 40.000 euro richiede un reddito molto maggiore di 1.600 euro al mese.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 30-08-2016:
Ho bisogno di un prestito di 130000 euro per acquistare un immobile destinato ad uso ristorante. Sono in dip. con contratto a temp. det. e guadagno 2300 netti. Riesco ad ottenere tale somma e con quale tipologia prestito , Grazie

Risposta:
Gentile Utente,
ciò che Le occorre è un mutuo ma il Suo reddito potrebbe non essere sufficiente ad ottenere quanto l'importo desiderato.
Trattandosi poi di attività commerciale le cose si complicano perché la banca chiederebbe ulteriori garanzie per coprire il rischio di mancato successo dell'attività.
Deve informarsi presso una o più banche; quando ci sono condizione limite come in questo caso ognuna ha la sua linea di condotta e le sue offerte.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 18-08-2016:
Con una pensione di 750 euro, quanto si potrà, chiedere di un prestito max ad una Banca?

Risposta:
Gentile Utente,
ai tassi attuali, con una durata di 120 mesi che è il massimo possibile, si possono ottenere circa 10.500 euro.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 28-06-2016:
Salve,sono un ragazzo di 22anni sono residente all'estero(uk) con un contratto a tempo indeterminato. Vorrei sapere se è possibile avere un prestito da 100.000 euro per acquistare due case, quindi si potrebbero mettere come garanzia le case. Il mio stipendio al momento è 1300 euro. Ma una volta accettato il mutuo, il mio reddito sarà di circa 1800 euro. Ovviamente le case le compro in Italia.

Cordiali saluti Emanuele


Risposta:
Gentile Emanuele,
il mutuo deve essere richiesto nel paese dove si percepisce il proprio reddito, quindi nel Suo caso nel Regno Unito.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 23-06-2016:
Buongiorno mia moglie ha una reddito di circa 800 euro petrebbe avere una cessione del quinto?

Risposta:
Gentile Utente,
si, la cessione del quinto dello stipendio non è legata all'entità del reddito, a meno di casi estremi, ossia dove questo sia particolarmente contenuto.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 09-06-2016:
percepisco un totale di 3000 uero al mese posso accedere d un prestito di 130000 uero per acquisto e ristrutturazione prima casa?

Risposta:
Gentile Utente,
per questo tipo di importi, dovendo acquistare un bene ipotecabile (immobile), è più vantaggioso ricorrere ad un comune mutuo ipotecario. Visto il Suo reddito non avrà alcuna difficoltà ad ottenerlo.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 06-06-2016:
Buona sera io lavoro all'estero con busta paga estera, come posso fare per ottenere un prestito in Italia? Grazie

Risposta:
Gentile Utente,
non è possibile. In caso di insoluti, infatti, sarebbe praticamente impossibile per la finanziaria ottenere una sentenza che La costringa, mediante pignoramento, al pagamento del dovuto.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 23-05-2016:
Salve mio padre e' un pensionato bnl con reddito di 2.300 euro mensili
Vorremmo chiedere un prestito di 90.000 euro per l acquisto di un immobile,lui ha in corso un prestito con rata da 180 euro


Secondo voi posso ottenere questo prestito? Da saldare in 10 anni?


Risposta:
Gentile Utente,
un prestito di questo valore avrebbe una rata proibitiva, oltre 1.500 euro al mese.
Un mutuo ipotecario, di pari durata, si attesterebbe invece sui 700 euro.
Questa seconda soluzione è maggiormente percorribile, specie laddove Suo padre, a cui sarebbe intestato il mutuo, abbia una età di massimo 65 - 67 anni, al fine di terminare il mutuo entro gli 80.
In questo tipo di operazioni, infatti, oltre al reddito l'età ha un ruolo fondamentale: le finanziarie cercano sempre di evitare che il mutuo si esaurisca prima della vita media del richiedente per evitare il rischio che, passata l'incombenza delle rate agli eredi, questi non riescano poi a pagare regolarmente.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 05-05-2016:
salve ..ho 53 anni . con un lavoro a tempo indeterminato . presunta la mia eta' pensionabile verso i 64 anni .. pago ora un affitto di 500 euro al mese e vorrei riscattare una ''parte di casa ereditaria .''.. con un mutuo di 100.000 euro ! ..secondo voi , per avere questo prestito fino a quanto posso arrivare come richiesta di un mutuo .. ( anche ipotecando l' appartamento riscattato eventuale per ora valutato 200.000 euro ) quanto posso richiedere come cifra mutuabile , mantenendo sempre 500 euro mensile ..? .. avendo una figlia di 9 anni posso avere un prestito migliere il quale lei potra' continuare quando sara' maggiorenne ..? grazie ..

Risposta:
Gentile Utente,
senza conoscere il Suo reddito mensile non possiamo fare alcuna ipotesi.
Se ritiene opportuno può indicarcelo con una nuova domanda avendo cura di citare al Suo interno la dicitura "segue domanda n.13623".
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 04-05-2016:
Salve lavoro in polizia locale percepisco 1500 euro al mese...ho un finanziamento di sei anni da 150euro al mese ..posso avere un mutuo da 80000euro?

Risposta:
Gentile Utente,
un mutuo trentennale a tasso variabile di 80.000 euro costa circa 250 euro al mese. Se a questo sommiamo il finanziamento di 150 euro abbiamo un impegno mensile di 400 euro che, su uno stipendio di 1.500 euro, è un po' al limite.
Vale dunque la pena provare a richiedere il mutuo ma sapere con certezza l'esito della pratica, purtroppo, non è possibile.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 23-04-2016:
Salve,io ed il mio compagno vorremmo comprare le quote di una società per un importo pari a 150000.00 e possibile richiedere un prestito avendo due buste paghe con importo netto 2100 e 2500 ?

Risposta:
Gentile Utente,
pur non conoscendo direttamente la soluzione più idonea per un finanziamento di questo tipo possiamo in linea generale affermare che con 4.600 euro mensili di reddito, in assenza di altri debiti, ha sicuramente senso fare delle prove, o presso la vostra banca o presso una o più finanziarie per avere una consulenza precisa su quali sono le strade percorribili per essere finanziati.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 19-04-2016:
prestito di 100000 euro al 3% rimborsabile in 5 oppure 10 anni. calcolo della rata

Risposta:
Gentile Utente,
a 60 mesi avrebbe una rata mensile di 1.796 euro, con un costo complessivo di 107760 euro.
A 120 mesi, invece, la rata si attesterebbe a 965 euro, per un costo complessivo di 115.800 euro.
Valuti attentamente il netto vantaggio in termini di costi al ridursi della durata prestito (può leggere al riguardo: Durata di un prestito: come risparmiare sugli interessi).
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 10-04-2016:
Buon giorno
Sono un marittimo in turno particolare con reddito annuo NETTO superiore aIi
90000 euro da circa 6 anni
Nel passato ho stipulato varie finanziarie esattamente: 2 findomestic 1
agos ed 1 compass con una soglia di esposizione attuale di circa 60000 euro
Semplici conti fatti la 5 finanziaria sono le spese ed interessi sommati
causa la frammentazione del debito, ho richiesto piu volte un consolidamento
ma mi viene proposta solo la soluzione del quinto non applicabile nel mio
contratto di lavoro
Tenuta ben inteso la mia mancata attenzioe nel gestirmi economicamente
fronte uno stipendio invidiabile, i vorrei uscirne con un unica rata di
circa 2000 euro cosi da poter estinguere il tutto prima delle naturali
scadenze(ultima agos nel 2020)

Le stesse finanziarie interrogate per soluzioni uniche mi negano
ammortamento ma continuo ad aver proposte per carte platino e servizi
accesori ai finanziamenti in corso

Cordiali saluti


Risposta:
Gentile Utente,
è abbastanza naturale che senza cessione del quinto non abbia modo di consolidare. Il debito residuo è molto consistente e, nonostante il Suo reddito, consolidarlo in 4 anni come Lei vorrebbe determinerebbe una rata unica molto elevata e nessuna finanziaria se la sente di correre il rischio.
Purtroppo non sappiamo indicarLe una via alternativa; può al limite valutare un consolidamento parziale ma anche il vantaggio economico sarà parziale rispetto a la possibilità di accorpare tutti i prestiti.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 23-03-2016:
Ho un proprietà o meglio una villa del calore di 150000 ho un lavoro a nero vorrei un prestito di 30000mila cosa occorre per averlo?

Risposta:
Gentile Utente,
senza un reddito dimostrabile anche avere una garanzia ipotecaria non Le serve a molto per farsi erogare il prestito.
La banca o finanziaria vuole il pagamento mensile delle rate e per questo è interessata a stabilire con precisione quanto guadagna ogni mese e tale dato è attestabile solo da una dichiarazione di tipo fiscale.
In virtù di quanto detto, sfortunatamente, non abbiamo alcuna indicazione realmente utile da darLe.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 24-02-2016:
Buongiorno ho 21 anni e da poco ho cominciato a lavorare in Svizzera, volevo sapere per un prestito di 100.000 euro per comprare la casa dei miei( in modo che non venga pignorata) va bene la busta paga Svizzera 3500chf?

Risposta:
Gentile Utente,
non conosciamo le caratteristiche del mercato dei prestiti in Svizzera, che è il luogo dove Lei dovrà richiedere il prestito.
Se infatti provasse a richiederlo in Italia non verrebbe finanziato proprio a causa del fatto che il reddito è generato all'estero e, conseguentemente, in caso Lei non paghi le rate sarebbe assai difficile per una finanziaria non Svizzera rientrare in possesso dei propri soldi.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 16-02-2016:
Buonasera, siamo una coppia ciscuno contratto a tempo indeterminato di, stipendio medio netto 1400 euro cad, eta 28 e 29 anni, vorremo chiedere un mutuo per l'acquisto di una casa, spesa tra i 150/200000 euro quali garanzie occorrono ? grazie mille

Risposta:
Gentili Utenti,
fino a che la rata viene mantenuta entro i 650-700 euro non avete alcun bisogno di garanzie accessorie. Laddove si superi tale importo potrebbe essere richiesta una firma di un garante.
Va detto che al di sotto dei 700 euro potreste prendere un mutuo di 150.000 euro a 30 anni sia con tasso fisso che variabile. Se arrivaste a 200.000 euro ancora ce la fareste col variabile mentre il fisso, con una rata di circa 800 euro, richiederebbe probabilmente la garanzia accessoria di cui parlavamo.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 17-01-2016:
Salve sno titolare di due negozzi di frutta e verdura o iniziato le mie attivita a novembre 2015 volevo sapere quanto tempo devo aspettare per chiedere la possibilita di un mutuo di 125,000 euro per aquistare la mia seconda casa

Risposta:
Gentile Utente,
in linea di massima potrà richiedere il mutuo nel 2017, ossia quando avrà il primo anno di attività alle spalle, con conseguente chiusura del primo bilancio e dimostrabilità, a livello anche fiscale, del reddito percepito.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 15-01-2016:
Ho bisogno di 107 mila euro per estinguere il mio mutuo che ha una rata troppo alta.siamo in due richiedenti per un solo prestito.paganto rate mensili in 25 anni a quanto ammonterebbe la rata?

Risposta:
Gentile Utente,
nel Vostro caso ciò che occorre è agire a livello di mutuo, in quanto un prestito di importo così elevato ha costi sicuramente ad esso superiori.
Dovrete quindi o ricontrattare con la stessa banca per avere un mutuo più leggero oppure fare una surroga del mutuo stesso presso una qualsiasi altra banca che vi offra condizioni migliori.
La surroga, se non accompagnata dalla stipula di nuove polizze assicurative (non obbligatorie) è una operazione gratuita.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 31-12-2015:
Buongiorno. Essendo proprietario al 50% di una villa, mia madre dell' altra metà. Posso richiedere un prestito d i 100000 per aprire una tabaccheria ?.grazie .distinti saluti.

Risposta:
Gentile Utente,
la proprietà dell'immobile è solo garanzia accessoria per l'ottenimento del prestito. Quello che conta realmente è il Suo reddito medio mensile dimostrabile.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 28-12-2015:
Salve, ho 22 anni un lavoro a tempo indeterminato, part time 140 ore ( quasi sempre arrivo a 20/30 in più ma ovviamente parliamo solo di quelle garantite) per uno stipendio di 750/800 euro al mese, non avendo figli, rate varie o impegni economici secondo voi è possibile che riesca a fare un mutuo da 80/90 mila euro da 30 anni a su per giu 300/350 euro al mese? Grazie.

Risposta:
Gentile Utente,
la rata che ci indica è forse un po' troppo elevata in rapporto al Suo reddito.
Può provare a fare richiesta, molto probabilmente chiederanno la presenza di un terzo che faccia da garante.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 01-12-2015:
Salve.
ho 35 anni e da Gennaio 2016 saro' un libero professionista nel settore alimentare (apertura partita Iva inizio 2016).La mia domanda e' la seguente: lavorando tutto il 2016 su una soglia di 30.000-40.000 annui potro' ad inizio 2017 ottenere un mutuo
di circa 150000 euro?
Grazie


Risposta:
Gentile Utente,
se 30.000 - 40.000 euro saranno il suo reddito avrà ottime possibilità già anche con un solo anno di accedere al mutuo che Le occorre.
Se, invece, tale soglia riguarda il fatturato non sarà ragionevolmente fattibile, dovendo da essa detrarre tutti i costi e poi imposte e contributi, a meno di non avere ricarichi particolarmente elevati.
Ricordi sempre che la rata massima ammissibile di un mutuo non deve eccedere una percentuale che sta tra il 20% e il 30% del reddito netto medio mensile del richiedente.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 24-11-2015:
Salve ho 34 anni e la mia busta paga e di 1200 2 FIGLI a carico e moglie (indeterm) vorrei comprare una casa (la mia prima casa) vorrei sapere se è possibile richiedere un mutuo di 150 mila euro con un pagamento mensile fisso di max 500 euro .

Risposta:
Gentile Utente,
con la Sua busta paga non Le possono concedere un mutuo con 500 euro di rata perché, statisticamente, se si rinuncia a più del 25% circa del proprio reddito per pagare una o più rate, si avranno difficoltà con il proprio bilancio familiare e inevitabilmente si comincerà a pagare in maniera incostante o non completa.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 22-11-2015:
Salve siamo una coppia di lavoratori ( tempo pieno e contratto a tempo indeterminato). Ogni mese la nostra entrata e´di 1800 e 1500 euro). Non abbiamo nessuna proprietá e il prossimo anno vorremmo aprire un´attivitá attraverso un investimento di 100000 euro. Partendi dal presupposto che il prossimo anno avremmo tranquillamente la cifra rappresentante la metá dell investimento (50000), e per lei possibile ottenere l´altra metá dalla banca.
Distinti saluti,


Risposta:
Gentili Utenti,
dal punto di vista di chi deve erogare il prestito è ininfluente ciò che accadrà il prossimo anno. Ciò che realmente conta è quanto vi occorre, ossia 50.000 euro, e il Vostro reddito cumulato, 3.300 euro mensili. Ora, con un reddito di questo tipo si può sostenere una rata mensile intorno ai 600 euro e, a nostro modo di vedere, con tale importo avete buone possibilità di essere finanziati, per l'intera cifra o, al limite, per un importo lievemente minore (massimo intorno ai 45.000 euro).
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 17-11-2015:
Salve
ho 58 anni sono impiegata statale e percepisco uno stipendio di 1100 euro; in più percepisco la pensione di mio marito deceduto di circa 600 euro.
Ho i requisiti necessari per richiedere un mutuo di circa 75.000 euro per acquisto prima casa?


Risposta:
Gentile Utente,
può provare a fare richiesta. Il reddito in termini generali è buono ma va fatto un discorso sull'età: la soluzione più lunga ammissibile per Lei è intorno ai 15 o 20 anni, oltre la banca non crediamo possa andare. Ciò determina che la rata si aggirerebbe nel primo caso sui 450 euro, nel secondo 350 euro (considerando un mutuo a tasso variabile).
Con il Suo reddito potrebbero negarLe la prima soluzione perché la rata sarebbe troppo impegnativa, molto meno nella seconda ipotesi.
A prescindere da questo punto da chiarire noi non vediamo altri impedimenti di sorta.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 10-11-2015:
Salve,sono un dependente di 51 anni con contrato indeterminato, con una busta paga di 1800 euro. Con questa busta paga e con un affito di 600 euro poso prendere un prestito di 80000 euro, per comprare seconda casa. Per la prima casa pago un mutuo di 350euro. In casa siamo in 4. Grazie

Risposta:
Gentile Utente,
ai fini del calcolo del reddito disponibile, purtroppo per Lei, il percepimento di un canone da locazione non viene considerato; viene al contrario valutato solo il reddito da lavoro.
Detto questo, con un impegno che attualmente rappresenta circa il 20% del totale disponibile (350 euro di mutuo a fronte di una busta paga da 1.800 euro) non ha molto margine per ottenere ulteriore credito, specie di un importo così elevato come 80.000 euro.
L'unica soluzione, ma che Le porterebbe una entrata molto inferiore, forse nell'ordine dei 25.000 - 30.000 euro, sarebbe una cessione del quinto dello stipendio. In questo caso la presenza della rata del mutuo non comporterebbe alcun problema.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 10-11-2015:
Salve, sono impiegato pubblico a tempo inderminato percependo un netto mensile di 2.100 euro. In busta paga ho sia la cessione che il prestito delega. Potrei ottenere qualche prestito per inglobare una sola rata?

Risposta:
Gentile Utente,
se sono decorsi i termini per il rinnovo potrebbe rinnovare la cessione (o la delega) richiedendo un importo sufficiente a estinguere anticipatamente uno dei due prestiti.
Si troverebbe così con una sola rata.
Al di fuori di una operazione di questo tipo non ha margini di movimento.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 08-11-2015:
ho 62 anni, pensionata inpdap per un importo di 1150,00 euro mensili, potrei avere un prestito di 50000,00 euro?

Risposta:
Gentile Utente,
con la cessione del quinto della pensione non arriverebbe mai a quella cifra. Anche se l'INPS rilasciasse la seconda quota per un prestito delega (cosa che non crediamo proprio che venga fatta) a nostro parere rimarrebbe sotto l'importo che Le occorre, magari attestandosi intorno ai 40.000 euro.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 04-10-2015:
Buongiorno, vorrei insieme a mia moglie fare un mutuo cointestato per l'acquisto della prima casa. Abbiamo entrambi 26 anni e contratto di lavoro indeterminato,conto bancario cointestato con rispettive buste paghe al netto di 1350,00 e 1100,00 in 14 mensilità. Sarebbe fattibile chiedere un mutuo di 120.000? Grazie

Risposta:
Gentile Utente,
a nostro modo di vedere avete le carte in regola per essere finanziati. Un mutuo di 120.000 euro a trenta annicon tasso variabile costa oggi circa 420 euro al mese, pari al 16% del Vostro reddito cumulato e quindi ampiamente entro i limiti imposti dalle banche per preservare la sicurezza del bilancio familiare e del pagamento delle rate (25% circa del totale disponibile).
Con circa 80 euro in più potreste prendere un tasso fisso di pari durata; oppure potreste rimanere sul variabile e accorciare a 20 anni la durata, avendo una rata di circa 600 euro; ricordate che minore è la durata e minore sarà il peso degli interessi.
Come vedete il ventaglio è ampio e dovrete fare le Vostre considerazioni per poter scegliere.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 16-07-2015:
Ciao sono Sara, vivo in uk e lavoro come amministratrice a tempo indeterminato. potrei richedere un mutuo in Italia presentando busta paga inglese? mi piacerebbe comprare una piccola proprieta che non e' neanche tanto cara! graziue per l aiuto!

Risposta:
Gentile Sara,
purtroppo non Le erogherebbero il mutuo per motivi legati al percepimento di reddito estero. Nella fattispecie, qualora Lei, dopo aver ottenuto il mutuo, sospendesse i pagamenti delle rate la banca erogatrice cosa potrebbe fare? Non è pensabile che ricorra alle vie legali per farLe un pignoramento su un reddito prodotto in UK e, di conseguenza, in buona sostanza, la banca non potrebbe fare alcunché per rientrare del proprio capitale.
Dovrà quindi richiedere il mutuo direttamente in UK.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 06-07-2015:
Buongiorno, chiedo con fiducia vostro consiglio. Sono insegnante di ruolo da 8 anni con stipendio netto di euro 1.400,00. Vorrei acquistare un piccolo appartamento di importo compreso tra 80.000,00 e 100.000,00 euro. Prima di chiedere il mutuo per l'appartamento avrei necessità di chiedere un prestito di 20.000,00 euro per far fronte alle altre spese inerenti l'acquisto dello stesso.
Se impegnassi 400,00 euro per pagare la rata del prestito, mi erogherebbero un mutuo sui restanti mille euro? Grazie.


Risposta:
La risposta a questo quesito è stata data alla pagina
Domanda n.9587 del 06-07-2015

----------


Domanda posta alla redazione il 24-06-2015:
che tassi fate su 75,000 euro x 120 mesi? ed io o gia una cessione del quinto e non mi fanno la seconda la mia azienda non firma?come posso fare?grazie e ho anche un altro finanziamento?

Risposta:
Gentile Utente,
OttenereUnPrestito.it non eroga prestiti ma si occupa solo di informazione finanziaria.
Fatta questa debita premessa passiamo alla seconda parte della Sua domanda: ottenere 75.000 euro con una seconda cessione del quinto (prestito delega) sarebbe possibile, a prescindere dalla autorizzazione del datore di lavoro, solo se Lei avesse un reddito molto qualificato, dovendo cedere orientativamente 800 euro mensili, che sottindende uno stipendio di circa 4.000 euro al mese.
Se non si trattasse di un prestito delega ma di un comune prestito personale, l'esigenza di uno stipendio così elevato sarebbe ancora maggiore, venendo meno la garanzia del prelievo diretto alla fonte e quindi la sicurezza per la finanziaria di vedere le rate pagate.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 07-05-2015:
salve sono un insegnante di ruolo dal 2014 il mio reddito netto è circa 1.450 euro mensili potrei chiedere un prestito di euro 30.000 per spese varie e acquisto auto. Mi conviene cessione del quinto o prestito personale?
cordiali saluti e buon lavoro


Risposta:
La risposta a questo quesito è stata data alla pagina
Domanda n.8755 del 07/05/2015

----------


Domanda posta alla redazione il 13-03-2015:
Sono una dipendente a tempo indeterminato e ho acceso un mutuo di 115000.sono 4 anni che lo pago.volevo sapere se era possibile chiedere alla banca erogante di rinegoziare il mutuo per prendere una liquidità pari a quello che ho pagato finoora.è possibile? Se si vengono richiesti di nuovo la firmata dei garanti?

Risposta:
Gentile Utente,
senza conoscere il Suo reddito e la rata che sta pagando attualmente è impossibile fare ipotesi sensate.
Se lo ritiene opportuno ce le indichi compilando un'altra domanda citando, al suo interno, la dicitura "segue domanda 8159".
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 07-03-2015:
Salve. Vorrei acquistare un locale o magazzino per la mia attività. Il mio redito F24 è circa 900euro, però attualmente e da anni pago un affitto di 1500euro. è possibile chiedere un prestito per una cifra di 80000? c'e qualche entità che possa farlo? Sono a roma. Grazie!

Risposta:
Gentile Utente,
a nostro parere è una operazione assolutamente non fattibile: troppo alto è l'importo richiesto e troppo basso il reddito dimostrabile, a prescindere dal fatto che paga un affitto superiore a quest'ultimo.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 06-02-2015:
Salve.Sono dipendente privato,contratto a tempo indeterminato,assunto 10 anni fa,con busta paga netta di 1300 euro.Quanto potrei chiedere al max di mutuo per acquisto prima casa ?potrei arrivare a 80/100 mila euro ?Grazie in anticipo.

Risposta:
Gentile Utente,
orientativamente, con un variabile a 30 anni, potrebbe ottenere circa 100.000 euro.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 23-01-2015:
buongiorno, volevo chiedere se e' fattibile avere un prestito di 9 mila euro per l'acquisto di un edicola per mio marito? avendo la maggior parte del capitale gia coperto in contanti, ho un contratto indeterminato a 630 euro al mese

Risposta:
Gentile Utente,
il reddito in questione non pensiamo sia sufficiente ad ottenere il prestito che Le occorre: deve immaginare che Lei potrebbe sostenere una rata di circa 150 euro mensili al massimo, il che implicherebbe restituire il prestito in 84 mesi, ossia 7 anni. E' difficile trovare una finanziaria che eroghi ad un tempo così lungo un importo di questo tipo.
Può comunque provare: più che Le dicano di no non può succedere e, magari, può trovare una finanziaria che vuole aumentare il proprio numero di clienti o raggiungere un determinato obiettivo e sia disposta ad erogare quanto Le occorre.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 18-01-2015:
Buongiorno sono Cristina volevo sapere visto che lavoro all estero ma ho la residenza in italia ho un contratto indeterminato con la busta paga estera posso richiedere un prestito?

Risposta:
Gentile Cristina,
è molto improbabile che Le concedano un prestito in queste condizioni a causa della difficoltà di agire per un recupero crediti qualora Lei non pagasse le rate puntualmente. Le azioni di recupero crediti si concretizzano con pignoramenti in busta paga e, come è facile immaginare, una finanziaria italiana avrebbe delle difficoltà enormi ad agire in tal senso nei confronti di reddito percepito all'estero.
Tutto quanto detta è ovviamente legato ad altri parametri, primo fra tutti quanto si guadagna e quanto si vuole avere in prestito: una cosa è chiedere 1.500 euro un'altra è chiederne 30.000 e, ancora, un conto è la disponibilità di un reddito mensile di 800 euro e un altro è disporre invece di uno 2.500 euro.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 20-11-2014:
Buongiorno,
sono un dipendente a tempo indeterminato da quattro anni, ho un prestito da 3 con Agos senza nessun ritardo, ma ho una segnalazione con crif per la chiusura di un fido con fineco.
Vorrei avere un prestito per estinguere il debito residuo di Agos (poco meno di 10.000 euro e per chiudere Fineco circa 2000) ed ottenere un po di liquidità.Non posso accedere a cessione poichè ne ho una non ancora rinnovabile, il totale dei miei impegni è 270 agos 205 cessione su uno stipendio netto di 1600 euro mensili.

Cosa mi consigliate?


Risposta:
Gentile Utente,
a causa della segnalazione non potrà essere finanziato con un comune prestito personale e, come dice Lei, la cessione (peraltro al di sotto sotto quota cedibile) non può essere rinnovata.
Deve verificare per poter accedere ad una seconda cessione attraverso un prestito con delegazione di pagamento (veda: Prestito delega).
Al di fuori di quest'ultima ipotesi, purtroppo, non vediamo margine di manovra.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 04-11-2014:
Buongiorno sono un medico ho un redito negli ultimi 3 anni che varia da 80 a 100000 euro. In passato ho dovuto fare dei debiti che ora con un prestito unico di 100000 euro vorrei chiudere come posso fare ?
Grazie


Risposta:
Gentile Utente,
con il Suo reddito avrebbe titolo per fare un consolidamento dei Suoi debiti utilizzando un prestito di elevato importo che abbiamo recensito in passato:
Mediolanum MaxiCredit, il prestito Mediolanum garantito dal patrimonio personale
Prestito Maxi di Intesa Sanpaolo, importi fino a 300.000 euro
BNL Revolution Professional, prestito personale per professionisti.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 06-08-2014:
Sì può accedere al prestito ipotecario con la garanzia di una terza persona?

Risposta:
Gentile Utente,
si, la presenza di una garanzia aggiuntiva non può che rendere più agevole l'ottenimento di un qualsiasi finanziamento.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 24-07-2014:
Salve, esiste qualche banca o istituto di credito che finanzierebbe 100mila euro per l'acquisto di un'edicola già avviata basandosi solo sui bilanci positivi dell' attività e ipotecando il chiosco di 16mq?

Risposta:
Gentile Utente,
non crediamo proprio che tale operazione sia possibile: il concetto fondante del credito è la ragionevole certezza del rientro delle cifre prestate, e nel caso di specie ci pare proprio che non sussistano.
Anche la garanzia ipotecaria non aiuta ai fini della fattibilità dell'operazione: l'ipoteca è una garanzia accessoria e l'obiettivo della banca è incassare le rate e non aggredire il bene ipotecato.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 29-06-2014:
Buonasera, sono una ragazza di 23 anni e lavoro nell' azienda di famiglia (srl). È possibile per me ottenere un mutuo per l'acquisto della prima casa? Se si, di che importo e a quanti anni?
Considerando che il mio attuale stipendio è di 1200 euro netti al mese e che i mio padre mi farebbe da garante. Ringrazio anticipatamente


Risposta:
Gentile Utente,
il fatto di lavorare nella Srl di famiglia non La limita in alcun modo.
Per quanto attiene l'importo ottenibile l'unica cosa certa è che potrà sostenere una rata tra i 400 e i 500 euro, grazie alla presenza del garante.
Per quanto potrebbe ottenere dipende molto da durata che sceglierà e il tipo di tasso (fisso, variabile, misto, con CAP, etc.) quindi non è possibile dare una risposta sensata.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 23-06-2014:
salve ho 54 anni, lavoro in Polizia, volevo rinnovare una delega fatta 5 anni fa , ho anche una cessione de 5 fatta 2 anni fa, volevo chiedervi se posso rinnovare la cessione oppure ci sono limiti d'età grazie

Risposta:
Gentile Utente,
se ci sono i requisiti per il rinnovo della cessione (può leggere:Rinnovo della cessione del quinto) allora l'età non dovrebbe essere un limite all'operazione: potrebbe rinnovare e finire di pagare prima del collocamento a riposo oppure, ma va verificato con finanziaria e datore di lavoro, "spostare" la cessione dallo stipendio sulla pensione.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 03-06-2014:
salve chiedo se esiste un mutuo che ti permette di comrare una prima casa e contestualmente estinguere alcuni finanziameti in corso pagando una sola rata di Mutuo
grazie


Risposta:
Gentile Utente,
no, tale prodotto finanziario (mutuo acquisto immobile + mutuo per liquidità) non viene erogato.
Grazie
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 08-05-2014:
Gentile redazione sono un dipendente privato con contratto indeterminato e volevo sapere se von la mia busta paga (1.200 euro) piu straordinari riuscivo a prendere un prestito di 60.000 euro e poi altre 60.000 euro chiedendoli contemporaneamente a due agenzie diverse cosi che nn riescono a incrociarsi con le banche dati in modo da raggiungere una somma necessaria per acquistare una licenza commerciale..
grazie


Risposta:
Gentile Utente,
ci sono due ordini di considerazioni:
- la prima è che il reddito di cui dispone non è sufficiente ad ottenere un prestito di 60.000 euro.
- la seconda è che le banche dati di riferimento sono tutte collegate e, conseguentemente, sincronizzate: se Lei chiede un prestito il controllo viene fatto direttamente su tutti i database.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 15-04-2014:
E' possibile ottenrere un finanzimento di 80.000 euro da parte di qualcuno, società o persona, con restituzione del finanziamento e degli interessi maturati in toto dopo 7 anni investendoli in un progetto di sicuro successo?
Se si saprebbe indicarmi dove?


Risposta:
Gentile Utente,
nessuna banca o finanziaria concederebbe un prestito a queste condizioni in quanto l'esperienza insegna che non esistono "progetti di sicuro successo".
Se Lei ha la sicurezza di quanto afferma l'unica soluzione è trovare e convincere un socio finanziatore.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 11-04-2014:
salve, ho,26 anni sono una guardia giurata lavoro da 7anni assunto a tempo indeterminato e la mia busta paga ammonta a 1300 euro... posso avere un prestito di 90.000 \ 100.000 mettendo come garanzia la casa dei miei del valore di circa 80.000 più il mio stipendio? grazie mille

Risposta:
Gentile Utente,
il prestito che Le serve originerebbe, anche se lo prolungasse fino al massimo consentito di 120 mesi, una rata decisamente troppo elevata in rapporto al Suo reddito, forse lo supererebbe addirittura.
In tale situazione qualsiasi garanza,anche quella ipotecaria, non avrebbe nessun effetto sulla fattibilità della operazione.
Per importi di questo tipo si deve andare su mutui per liquidità, che consentono dilazioni più lunghe (anche 30 anni): la rata si abbassa e diventa più fattibile.
Per questo tipo di prodotto può rivolgersi ad una qualsiasi banca ma le anticipiamo che, comunque, con un immobile posto a garanzia ipotecaria del valore di 80.000 euro difficilmente potrà ottenere più di 50.000.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 08-04-2014:
se ottengo un mutuo ipotecario per liquidità posso regalare una parte dell'importo a un nipote in difficoltà?

Risposta:
Gentile Utente,
il mutuo per liquidità non prevede una rigida destinazione d'uso del capitale ottenuto: nel momento in cui sarà in possesso di quanto erogato potrà disporne assolutamente come vuole.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 29-03-2014:
SONO STATO ASSUNTO DA POCHI GIORNI A TEMPO INDETERMINATO,ED ESEENDO ANCHE PROPRIETARIO DI UN IMMOBILE VORREI ACCEDERE AD UN MUTUO PERSONALE DI 100000,00 EUR, HO POSSIBILITà DI OTTENERLO?

Risposta:
Gentile Utente,
secondo la nostra esperienza la neoassunzione determina la non fattibilità dell'operazione.
Può leggere al riguardo:
Prestiti per neoassunti, precisazioni necessarie per evitare facili illusioni.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 14-12-2013:
salve vorrei un informazione.
io ho una cessione del quinto di durata 10 anni.
ho preso 10.000 euro e pago 176 euro al mese.
prima cosa volevo sapere se sto pagando troppo di interessi,e seconda cosa volevo sapere se potevo rinnovare la cessione per un altro finanziamento.
grazie


Risposta:
La risposta a questo quesito è stata data alla pagina
Domanda n.4762 del 14/12/2013

----------


Domanda posta alla redazione il 07-10-2013:
"Posso richiedere un prestito cambializzato se sono un lavoratore dipendente a tempo determinato residente all´estero? (Svezia)"

mi sono sbagliato, volevo dire a tempo indeterminato


Risposta:
Gentile Utente,
il problema risiede nel fatto che Lei risiede all'estero: chi eroga il cambializzato deve potersi rivalere, in caso di inadempimento, sui beni del debitore, mediante pignoramento. Immagina quale finanziaria sarebbe disposta a prendersi il rischio di finanziare un cittadino residente all'estero, assoggettato a regole e leggi differenti e ad una giurisdizione territoriale differente da quella italiana?
Dovrebbe, a nostro parere e se non lo ha già fatto, tentare la via del prestito per stranieri, residenti, in Svezia.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 06-10-2013:
Posso richiedere un prestito cambializzato se sono un lavoratore dipendente a tempo determinato residente all´estero? (Svezia)

Risposta:
Gentile Utente,
non crediamo proprio che possa trovare chi eroghi a queste condizioni.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 20-09-2013:
Io ho cessione e delega posso estinguerli e avere una sola rata?

Risposta:
Gentile Utente,
in linea di massima è possibile, e si ottiene anche un buon risparmio sugli interessi.
Ora bisogna vedere se il Suo reddito e il debito residuo sono tali da rendere realmente possibile l'operazione.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 17-09-2013:
Salve vorrei comprare una villetta di 100 mila euro ma nn ho una busta paga posso fare un mutuo ipoterario?Grazie

Risposta:
Gentile Utente,
bisogna distinguere: lei non ha busta paga perché è un lavoratore irregolare oppure è un autonomo con partita iva?
Nel primo caso non è possibile avere un mutuo, nel secondo non avrebbe problemi.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 02-08-2013:
Salve ho una busta paga dove sono dichiarati 660 euro il massimo importo che potrei avere qual'e?

Risposta:
Gentile Utente,
consideri che la rata massima che può sostenere è di circa 120 - 150 euro, poi molto dipende da che tasso di interesse ha l'ipotetico prestito e la Sua durata.
Le facciamo solo un esempio:
con una dilazione medio-lunga (60 mesi) e un TAEG dell' 11% (tasso medio di mercato) potrebbe ottenere 6-7000 euro.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 05-06-2013:
salve ho due finanziamenti uno di 5000 e uno di 6000 vorrei richiedere 10.000 o 15.000 per saldare ,lavoro fisso e prendo 1300 euro me lo concedono?

Risposta:
Gentile Utente,
con il Suo stipendio potrebbe ottenere 10.000 euro da restituire in 48 mesi oppure 15.000 euro in 84 mesi. In entrambi i casi avrebbe una rata di circa 260 euro, ossia il 20% del Suo netto in busta paga, valore oltre il quale le finanziarie sono restie ad andare.
Ora sta a Lei valutare, basandosi su questa ipotesi, quanto sia conveniente consolidare o meno.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 03-04-2013:
salve, sono una donna che prende euro 1500 mensili, pago affito casa ,potrei avere un prestito di max 100000 per comprare una casa?

Risposta:
Gentile Utente,
per importi così elevati e, soprattutto, destinati all'acquisto di un immobile, è conveniente richiedere un comune mutuo ipotecario rispetto ad un, peraltro assai difficile da ottenere, prestito personale.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 15-03-2013:
Salve posseggo un immobile di prprieta su cui vige un mutuo ipotecario di 110000 euro ho un contratto a tempo indeterminato posso ottenere un secondo mutuo vorrei comprare anche l immobile al piano.di sopra per mia figlia e fattibile.una cosa del genere

Risposta:
Gentile Utente,
tecnicamente una persona fisica può avere intestati più mutui ipotecari.
I fattori che poi rendono realmente fattibile o meno la cosa sono:
- il reddito del richiedente
- il rapporto tra il reddito e la rata del mutuo già in corso di ammortamento
- la correttezza (assenza di segnalazioni in CRIF) del pagatore
- il numero delle rate che rimangono da pagare nel primo mutuo
- il costo complessivo dell'immobile da acquistare e l'entità del mutuo richiesto

Come vede sono molteplici i fattori che influiscono ed è difficile dare una risposta univoca; ogni banca ha il Suo comportamento in situazioni di indebitamento pregresso ed, eventualmente, di sovraindebitamento.

In questa situazione, quindi, è opportuno quindi cominciare a chiarirsi le idee magari cominciando proprio dalla banca con la quale si è stipulato il primo mutuo, ma non fermandosi assolutamente a quello che ci verrà risposto.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 06-03-2013:
salve, dovrei acquistre una liceza tabacchi e avrei bisogno di liquidità pari a 130 mila euro.
Sono un lavoratore dipendente con contratto a tempo indeterminato e ho un immobile di proprietà.
A quale tipo di prestito potrei accedere?
grazie


Risposta:
Gentile Utente,
l'importo di cui necessità va oltre i limiti possibili per un comune prestito personale.
La soluzione più intuitiva è un mutuo di liquidità, ottenuto mediante ipoteca dell'immobile di proprietà.
Ravvediamo due limiti: per ottenere 130.000 euro è necessario disporre di un immobile che ne valga molti di più (orientativamente 180 - 190 mila euro). Il secondo limite è dato dalla diffidenza delle banche che, attualmente, sono molto restie ad erogare mutui di questo tipo.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 16-02-2013:
salve, ho comprato da poco un edicola del valore di 70.000 euro,avrei bisogno di un prestito o mutuo di 50.000 euro, per comprare una casa in spagna, lo potrei ottenere mettendo come garanzie le due cose(casa-edicola)...grazie....

Risposta:
Gentile Utente,
a prescindere dalla forma di credito (mutuo o prestito), dalla tipologia di bene da acquistare e dalla Sua collocazione fisica, il requisito principale per l'ottenimento del finanziamento è sempre il reddito: Lei potrà benissimo mettere, se necessario, a garanzia uno o più beni di Sua proprietà, ma ciò non servirà se non dispone di un reddito dimostrabile e consolidato nel tempo ed atto a pagare le rate mensili.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 15-02-2013:
Sono un dipendente statale, ho 55 anni e guadagno 1300 euro netti mensili. Fino a che somma potrei richiedere di prestito?

Risposta:
Gentile Utente,
accedendo ad una cessione del quinto decennale potrebbe ottenere importi che vanno dai 20.000 ai 25.000 euro.
Con un comune prestito personale potrebbe ottenere qualcosa di più, visti i minori costi assicurativi. Va però detto che l'offerta di prestiti personali a 10 anni senza cessione è molto ridotta.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 14-02-2013:
mi servono 70 mila euro per apprire un bar .sono come artigiano da 2 anni ho un reddito di 27 mila euro

Risposta:
Gentile Utente,
si tratta di un importo molto elevato ed è quindi difficile ottenerlo, essendo anche poche le finanziarie che erogano questo tipo di prestiti.
In sede di istruttoria, inoltre, Le chiederebbero garanzie per il futuro: cessando l'attività di artigiano per iniziare quella nel bar quali garanzie può dare di poter pagare le rate derivanti dal prestito? Probabilmente Le verrebbe richiesto un garante che firmi il contratto di prestito insieme a Lei.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 26-01-2013:
salve vorrei ottenere un prestito di 75.000 euro per acquistare un piccolo immobile e saldare un altro piccolo prestito in corso vorrei però restituirlo in 15 anni visto che tutti fanno in 120 mesi io lo vorrei in 180 mesi sono un dipendente statale delle forze dell ordine con 18 anni di anzianità percepisco circa 1.900 euro al mese potrei avere qulche dritta su dove poter chiedere tale richiesta grazie a presto

Risposta:
Gentile Utente,
non è possibile restituire un prestito personale in più di 120 mesi e, con la crisi del mercato dei mutui, non è più pensabile di ottenere, come succedeva qualche anno fa, un mutuo per acquisto ed uno di ristrutturazione praticamente contemporaneamente.
Lei dovrebbe separare le due cose, richiedendo un mutuo per l'appartamento e cercando un prestito, magari il più lungo possibile per estinguere quello in corso riducendone la rata.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 21-01-2013:
salve,sono disoccupato
potrei avere un prestito avendo la casa come garanzia avendo da pagare ancora il mutuo oppure un rifinanziamento dello stesso mutuo ?


Risposta:
Gentile Utente,
in quanto disoccupato e con un mutuo sulle spalle non è pensabile che una finanziaria si prenda il rischio di finanziarla nuovamente.
Al contrario, una richiesta di revisione del mutuo, a seguito della perdita del lavoro, può farla e vedere se le porta qualche vantaggio.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 06-12-2012:
sono un medico con contratto rinnovabile ogni 3 mese come guardia medica lavoro dal 2008 con busta paga essendomi libro profissionista ho il 740 50.000 euro imponibile vorrei un prestito di 100.000 euro per comprarmi casa all'estero quale sono le possibilità e la tempistica per avere il prestito prima possibile grazie

Risposta:
Gentile Utente,
il mercato dei prestiti di questo importo è veramente ristretto; tempo fa recensimmo un prestito personale, proprio per questo importo, ma riservato a assicurati INPDAP (BNL Revolution INPDAP, prestito personale fino a 100000 euro). Sempre BNL proponeva anche BNL Revolution Professional, prestito personale per professionisti, che sarebbe indicato per Lei ma che, causa la carenza di liquidità che attualmente affligge tutto il sistema bancario, non è facile da ottenere.
A nostro avviso, comunque, il Suo reddito è adeguato all'importo richiesto (data la durata lunga del finanziamento) e, di conseguenza, può informarsi presso BNL che, tra le altre cose, Le darà anche una tempistica di massima.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 05-12-2012:
Ho un redditto di 10000 annui, e un mutuo con 20 anni (rimangono) ho già pagato 10 anni, ora avrei bisogno di 10.000 euro, pensa che la banca potrebbe darmeli? la rata del mutuo è di 370 euro.
Grazie


Risposta:
La risposta a questo quesito è stata data alla pagina
Domanda n.2364 del 05/12/2012

----------


Domanda posta alla redazione il 28-11-2012:
sono dipendente postale da 22 anni ho 48 anni e stipendio netto di 1250 mensili posso richiedere la cessione del quinto? per quale importo massmo? grazie beatrice

Risposta:
Gentile Beatrice,
si, ha diritto a richiedere la cessione.
L'importo massimo che può cedere è di 250 euro al mese. Se opta per una cessione decennale il netto ricavo (ossia quanto effettivamente Le verrà erogato) dovrebbe aggirarsi sui 20.000 euro. Tale cifra è indicativa, calcolata ad un tasso medio di mercato, e soggetta a variazioni (sia in aumento che in diminuzione) in base ai costi della polizza assicurativa obbligatoria ed una numerosa serie di altri fattori.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 12-10-2012:
Salve, ho richiesto un prestito di 10000 euro per un auto usata, ho fatto tutto on line con findomestic ,la richiesta e stata accettata, entro quanto tempo mi faranno il bonifico sul mio cc.? grazie

Risposta:
Gentile Utente,
non abbiamo indicazioni su questo dato.
Le consigliamo di richiedere direttamente a Findomestic al numero verde 848 844 999.
Per altri dettagli segue la pagina in cui abbiamo recensito il prestito in questione:
Findomestic Auto.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 09-10-2012:
Buongiorno,ho due finanziamenti in corso con Intesa Sanpaolo uno da 31000 euro con scadenza 2021 ed uno da 15000 con scadenza 2018 rispettivamente con rate da 300 e 250 euro mensili. Attualmente il residuo da pagare di tali finanziamenti e dì 26000 e 14000. tot 40000 euro circa. Ora ho la necessità di avere altri 25000 euro di finanziamento volevo chiedere se posso avere un prestito diciamo da 70000 sempre in 10 anni con il quale saldare entrambi i finanziamenti in essere ed ottenere quindi i soldi di cui ho bisogno. Considerando la mia busta paga di 2200 euro secondo voui è una cosa fattibile? ora la mia "rata totale" è di 550 mensili e non ho altri finanziamenti-mutui e affini in corso. Dimenticavo sono un dipendente a tempo indeterminato in un aziensìda privata.Grazie e Saluti

Risposta:
La risposta a questo quesito è stata data alla pagina
Domanda n.1962 del 09/10/2012

----------


Domanda posta alla redazione il 24-09-2012:
voglio acquistare una licenza taxi.sono proprietario di un immobile a roma e mia moglie è una dipendente statale. a quale prestito posso accedere?

Risposta:
Gentile Utente,
molto dipende dall'entità della cifra che le serve.
Una cessione del quinto dello stipendio di Sua moglie, affiancata da un prestito delega sempre sulla stessa busta paga, potrebbe portare un netto ricavo anche di 50.000 euro (ci sono moltissimi fattori ad influenzare questa cifra che Le diamo indicativamente).
Se invece la cifra è maggiore dovrebbe ricorrere ad un mutuo per liquidità, prodotto che però, oggi, le banche danno con grande difficoltà.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 15-09-2012:
salve ho una busta paga di 1250 a tempo indeterminato ce la faccio a chiedere 100.000 per investirli in un ristorante in olanda e un buon affare

Risposta:
Gentile Utente,
con questo tipo di reddito non è possibile, neanche chiedendo il prestito più lungo possibile, ossia 120 mesi (10 anni).
Nel Suo caso è necessario un mutuo, che implica procedure, e garanzie, diverse che esulano dalle trattazioni di questo sito.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 10-09-2012:
Salve. Ho un mutuo di euro 600 scadente nel 2028. Posso contrarne un altro con altra banca limitatamente alle mie disponibilità? Le mie garanzie sono una busta paga di 4500 euro ed una casa di proprietà. Grazie mille.


Risposta:
Gentile Utente,
è possibile contrarre più di un mutuo e, inoltre, il rapporto tra il Suo reddito e l'importo della rata del mutuo già in essere è favorevole.
A nostro parere può, di conseguenza, provare a richiedere il nuovo mutuo.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 29-08-2012:
buona sera vorrei sapere se e possibile avere 30.000 con la sola ipoteca della casa,perche la cessione del 5 non mi e stata accettata dai miei titolari

Risposta:
Gentile Utente,
dovrà provare più banche perchè il mutuo per liquidità è un prodotto che oggi viene erogato con molte difficoltà.
Molto dipende, comunque, dal valore dell'immobile e dal Suo reddito.
Una precisazione: la cessione del quinto non può, per legge, essere rifiutata dal datore di lavoro, in quanto è un diritto del lavoratore.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 26-08-2012:
HO 34 ANNI DI SERVIZIO, POSSO CHIEDERE DI RINEGOZIARE LA DELEGA AVENDO GIA' PAGATO 51 RATE. MI RISPONDONO TUTTI CHE HO GIA' 34 ANNI DI SERVIZIO.

Risposta:
La risposta a questo quesito è stata data alla pagina
Domanda n.1692 del 26/08/2012

----------


Domanda posta alla redazione il 04-05-2012:
salve,ho una cointestazione di mutuo insieme a mio fratello e i mie genitori,mutuo di ristrutturazione che scadrà tra 2anni,posso richiedere ora un mutuo cointestato con la mia compagna x un acquisto prima casa?siccome non ricordo,potrei essere solo garante e non cointestatario nel mutuo di cui prima,cambia qualcosa?grazie in anticipo.

Risposta:
Gentile Utente,
si può accedere a più mutui contemporaneamente, con l\'ovvio limite del reddito: se il Suo reddito ha ancora capienza è del tutto indifferente che Lei sia cointestario (o anche solo garante) per il mutuo precedente.
Il calcolo della capienza si fa individuando il 30% - 35% del Suo reddito mensile e comparandolo con l\'importo della rata che sta già pagando; In pratica: se il suo stipendio è di 1.500 euro mensili, calcolando il 30%, si ottengono 400 euro, ossia il massimo indebitamento possibile che una banca o finanziaria considera. Viene da se che se il valore della rata del mutuo di ristrutturazione fosse anche pari a tutti i 400 euro, considerando che esso è cointestato a 3-4 persone, ecco che ragionevolmente Lei sarebbe in grado di destinare una parte della Sua frazione di reddito anche al nuovo mutuo.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 04-04-2012:
salve, ho in corso con Banca Intesa san paolo un prestito che concluderò fra 3 anni e una rata di cierca 420 e mensili. Ho un altro prestito con Ducato di 210 euro, terminato il mese scorso e una maxi rata con Ducato di 17 mila euro che scade a fine aprile (fra poco più di 20 giorni). Potrei chiedere alla banca di prolungare il mio prestito di altri 10 anni e saldare tutti i debiti? grazie

Risposta:
La risposta a questo quesito è stata data alla pagina
domanda n.1195 del 04/04/2012

----------


Domanda posta alla redazione il 04-03-2012:
vorrei ulteriori informazioni sul prestito vitalizio


Risposta:
Gentile Utente,
La invitiamo a leggere la pagina:
Il prestito vitalizio, nel quale viene trattato l'argomento.
Sulla stessa pagina troverà alcuni prodotti che abbiamo recensito nel tempo e le domande poste dagli altri lettori.
Se, dopo aver approfondito la tematica, avesse ancora dubbi o perplessità potrà rivolgerci una domanda più specifica.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 19-12-2011:
PERCHè DEVO PAGARE 1000 IN ANTICIPO PER UN PRESTITO CAMBIALIZZATO SU 25000

Risposta:
Gentile Utente,
questa richiesta dovrebbe farla a chi eroga il prestito: loro devono, per legge, motivare tutti i costi connessi con l'operazione di credito.
Una voce che sicuramente compone una parte di questi 1.000 euro è il costo di emissione delle cambiali, che è del 12 per mille su valore delle cambiali stesse; la restante parte potrebbero essere spese di apertura pratica e d'istruttoria, ad esempio.
Come sempre ricordiamo, in caso di prestiti cambializzati, di fare molta attenzione a tutti i costi connessi, quindi sia questi 1.000 euro "una tantum" all'apertura ma anche il costo degli interessi sul debito.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 13-12-2011:
posso avere un prestito anche se ho avuto dei problemi o protesi?

Risposta:
Gentile Utente,
non è semplice risponderLe, le casistiche sono molto varie. La invitiamo a leggere:
- Cessione del quinto, se Lei è lavoratore dipendente
- Il prestito vitalizio, se ha più di 65 anni e un immobile di proprietà
- Il prestito cambializzato se ha comunque un reddito dimostrabile
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 27-11-2011:
vorrei un consiglio, ho 2 cessioni del quinto tra cui una con delega, vorrei estinguerle tutte e due e avere una rata più bassa in busta paga, attualmente mi tolgono 738,00 mensili sui 1400,00 che prendo, dal momento che mi serve anche un pò di liquidità.
ho fatto fare delle verifiche in crif, ctc,ed experiam e risulta tutto regolare cosa posso fare?


Risposta:
Gentile Utente,
da quanto ci espone effettivamente non capiamo come sia possibile che Lei abbia una retribuzione mensile di 1400 euro e, al contempo, abbia ceduto molto di più dei due quinti possibili con cessione e delega.
Detto questo bisogna vedere, conteggi estintivi alla mano, quale è il debito residuo e se sono effettivamente possibili soluzioni alternative.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 26-11-2011:
Buongiorno ho 2 finanziamenti accesi uno 2 anni fa da 45000 taeg 6.75 con rata da 600 euro scadenza 2019 e un altro da 25000 con rata da 430 scadenza 2017 taeg 9 rispettivamente con Agos e Sant'Andeer poi ho 3 carte di credito 2 da 5000 e una da 3500 con rata a 150. Quindi ho un esborso mensile di circa 1600 con uno stipendio netto di 1800 c'e' da dire che non pago affitto e utenze perché previsto negli accordi con azienda. Dato che prima di fare il responsabile commerciale per un azienda agricola facevo il trader su equity derivatives dal 2000 al 2005 e ho continuato in parallelo ad esercitare quest ultima attività (che mi ha consentito di avere un elevato tenore di vita in questi 10 anni )ho in questi ultimi 2 mesi perso tutto quello che avevo guadagnato quest anno circa 60000. La domanda e posso consolidare i miei debiti allungando la duration almeno a 12 anni avendone io 37 andando ad abbassare il costo del debito chiudendo immediatamente le carte di credito? Tenete presente che entrambi i finanziamenti li ho presi solo con la mia firma tenendo al di fuori mia moglie che ha il suo reddito.


Risposta:
Gentile Utente,
le offerte di prestito per il consolidamento debiti non eccedono mai i 120 mesi di durata, quindi non ci sembra una via percorribile.
Per durate superiore potrebbe rivolgersi al mercato dei mutui (se dispone di un immobile di proprietà) ed ottenere un mutuo per liquidità con il quale estingure i prestiti attualmente in essere. Questa soluzione esula però dai temi trattati da questo sito.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 19-09-2011:
Salve, dovrei comprare un edicola costo 100 mila euro, sono in possesso solo di una meta' della casa..potrei usufruire lo stesso del prestito???


Risposta:
Gentile Utente,
in caso di un immobile cointestato è possibile, in linea teorica, accendere una ipoteca, a garanzia del prestito, solo per la quota di appartenenza (nel Suo caso il 50% del totale). Nella realtà è assai difficile trovare una banca o finanziaria che accetti tale operazione per la difficoltà, in caso di inadempimenti, di rivalersi su un bene difficilmente frazionabile come un appartamento.
Di conseguenza può provare a richiedere preventivi esponendo la questione e vedendo se trova qualcuno disposto ad offrirle un prodotto vantaggioso ma la ricerca sarà piuttosto complicata.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 04-08-2011:
E' POSSIBILE AVERE QUESTA CIFRA? IN QUANTI MESI? LA RATA DI CHE IMPORTO E'


Risposta:
Gentile Utente,
un prestito di questa entità richiede delle solide garanzie reddituali, preferibilmente derivanti da lavoro dipendente in un contesto stabile, quale una solida società o addirittura un ente pubblico.
La durata e l'entità della rata potranno essere determinati solo dopo aver conosciuti i suoi dati reddituali.
Può richiedere un preventivo su questa stessa pagina o consultare anche le finanziarie che qui si pubblicizzano per trovare la soluzione più adatte alle Sue esigenze.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 06-07-2011:
Salve io ho una attivita aperta da tre anni e non ho niente di garanzie come una casa o quantal'altro, sarebbe possibile o impossibile avere un prestito per 80000 euro per saldare debiti residui e avere una sola rata??


Risposta:
Gentile Utente,
l'importo che vorrebbe ottenere è decisamente alto perchè possa essere ottenuto senza garanzie reali (ipoteca su un bene immobile) o reddituali (busta paga da contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato e, aggiungeremmo, di ente statale o parastatale).
Provi comunque a leggere:
Prestito per consolidamento debiti, accorpare più finanziamenti in un'unica rata
e consultare le offerte commerciali presenti nella pagina.
Saluti.
La redazione