Archivio domande e risposte

Relativo all'articolo:

Rata e durata di un prestito da 100000 euro

Le domande più recenti, raccolte fino al 07-07-2017, sono pubblicate in coda all'articolo e consultabili alla seguente pagina:
Rata e durata di un prestito da 100000 euro

---------
La redazione risponde


Domanda posta alla redazione il 06-06-2017:
ho bisogno di un prestito di 100000 euro e non ho garanzie a parte la mia attivita di tabaccheria...e quindi il mio reddito

Risposta:
Gentile Utente,
il reddito è la garanzia principale di cui disporre per ottenere il prestito.
Trattandosi di importo elevato saranno richieste ulteriori garanzie; l'attività in sé tuttavia non costituisce garanzia (essa è già rappresentata dal reddito).
Generalmente per questo tipo di importo vengono richieste garanzie di tipo reale, prevalentemente l'ipoteca su un bene immobile di proprietà.
Un prestito di questo tipo non ha condizioni standard per cui è opportuno prendere informazioni direttamente presso la banca dove si ha intenzione di richiederlo: ogni istituto può porre condizioni differenti, anche molto differenti.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 26-04-2017:
Ho un mutuo in corso e devo ancora saldare la cifra di 60.000 euro.
Ho un altro finanziamento in corso di 15.000 euro.
In pratica ho quasi 80.000 euro di debito.
Potrei richiedere tale cifra impegnando il quinto dello stipendio?


Risposta:
Gentile Utente,
non si riesce ad ottenere una cessione del quinto da 80.000 euro. L'importo richiesto è infatti troppo elevato.
Anche affiancando alla cessione un secondo prestito sempre con prelievo del quinto, il Prestito delega arrivare a 80.000 euro è molto improbabile.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 26-03-2017:
Buongiorno vorrei sapere se è possibile avere un finanziamento per aprire un ristorante già avviato con redditi dimostrabili

Risposta:
Gentile Utente,
è possibile solo laddove Lei disponga di garanzie alternative. La banca o la finanziaria deve garantirsi che, qualora l'attività del ristorante abbia una flessione, possa comunque rientrare del capitale prestato. Questa garanzia è generalmente rappresentata da ipoteca su di un bene già in possesso del debitore.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 08-03-2017:
salve, la mia domanda e' questa: come si puo' richiedere un prestito di 100.000 euro ?

Risposta:
Gentile Utente,
come spiegato nell'articolo le garanzie richieste per questo tipo di importo devono essere molto consistenti.
Di seguito alcune recensioni di prodotti di questo tipo da cui trarre le informazioni che Le occorrono:
- Prestito Maxi di Intesa Sanpaolo, importi fino a 300.000 euro
- Mediolanum MaxiCredit, il prestito Mediolanum garantito dal patrimonio personale
- BNL Revolution INPDAP, prestito personale fino a 100000 euro .
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 06-03-2017:
posso ottenere un prestito di 90mila euro avendo un lavoro da a tempo indeterminato da circa 15 anni e un immobile da ipotercare


Risposta:
Gentile Utente,
per poter rispondere bisognerebbe conoscere il reddito mensile dimostrabile.
La disponibilità di un immobile da ipotecare è infatti solo una garanzia aggiuntiva.
Per una valutazione può leggere l'articolo:
Quanto posso ottenere? L'importo massimo di un prestito, come capire il proprio limite.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 01-03-2017:
salve si puo ottenere un prestito perchi lavora all estero

Risposta:
Gentile Utente,
non si può ottenere un prestito in uno stato diverso da quello dove si lavora e si percepisce il proprio reddito.
Il motivo è semplice: in caso di mancati pagamenti la finanziaria non potrebbe in alcun modo recuperare il credito.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 07-02-2017:
salve vorrei unire varie finanziarie per pagare un unica rata.il debito e di 130000 euro
non abbiamo mai saltato una rata,il problema e0che cosi diventa molto pesante affrontare tutte le spese,siamo due pensionati al mese prendiamo 2800 euro.


Risposta:
Gentile Utente,
vista l'entità del debito è molto complesso fare qualsiasi tipo di ipotesi senza verificare lo stato e la tipologia dei singoli finanziamenti attraverso la lettura dei contratti e dei piani di ammortamento.
Probabilmente Le conviene rivolgersi direttamente alla propria banca o ad una finanziaria portando con se i documenti di cui accennavamo prima.
Ci rammarica non poterLa aiutare ulteriormente.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 27-01-2017:
se chiedo un prestito di 10000 euro quanto è l'importo della rata è la durata dei mesi grazie


Risposta:
Gentile Utente,
rata e durata di un prestito, che sia di 100.000 euro come negli esempi di questa pagine che di qualsiasi altro importo, non sono "fissi" ma dipendono principalmente dall'importo erogato e dal reddito del richiedente.
Può consultare la pagina
Rata e durata di un prestito da 10000 euro
per trovare alcuni esempi.
Se desiderasse un conteggio il più possibile adeguato alla Sua condizione economica ci invii, con una nuova domanda, l'importo del Suo reddito mensile medio.
Nel farlo inserisca nella domanda la dicitura: "segue domanda n.16444".
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 20-01-2017:
Grazie per la vostra risposta. Sempre in riferimento alla questione mutuo cointestato con ex marito. Non vi è un modo per liberarsi dal mutuo ed ottenere un accollo liberatorio? E possibile obbligare in qualche modo l ex ad accollarsi il mutuo per intero con la banca o agire per mio conto e liberarmi dal mutuo? Questo mutuo se resta cointestato mi impedisce di accedere anche a prestiti personali, anche se prossimamente potrei avere il ruolo? Infine pet il mio compagno. Ha pagato con alcuni giorni di ritardo alcune rate ma pagate sempre.è possibile che sia stato segnalato per questo come cattivo pagatore senza che abbia avuto una comunicazione scritta dalla finanziaria con cui ha il prestito in atto? Come si verifica questo? Tramite il crif? E come si fa? Se c fosse questa segnalazione, potrebbe accadere a prestiti su cambiali o a niente? Si può cancellare e come è in quanto tempo? Grazie ancora.

Risposta:
Gentile Utente,
per quanto attiene l'accollo del mutuo al Suo ex marito è una domanda di tipo legale prima che strettamente finanziaria e quindi non sappiamo come rispondere; la cointestazione limita per Lei la possibilità di ottenere finanziamenti perché comunque la responsabilità assunta in sede di stipula del contratto rimane.
Invece per avere la certezza su eventuali segnalazioni in Crif può fare una visura sul sito crif.it. Un ritardo di pochi giorni, comunque, non dovrebbe aver comportato segnalazione negativa, ma un controllo è opportuno farlo. In caso di presenza di segnalazione negativa ci sono dei termini per la cancellazione automatica, ossia bisogna attendere un determinato periodo e poi si viene rimossi dall'elenco. Durante la presenza nell'elenco dei cattivi pagatori accedere ad un prestito, se non con la cessione del quinto, è praticamente impossibile. Ad oggi il prestito cambializzato non viene erogato da nessuna finanziaria seria e che operi in maniera trasparente.
Per i tempi di una eventuale cancellazione può leggere:
Verifica e cancellazione dalla CRIF.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 19-01-2017:
Salve ho 23 anni ,sono un dipende privato a tempo indeterminato e ho un stipendio di pari a mille euro . Vorrei acquistare un bar che mi viene a costare sui 80 mila euro. Abito a roma e il locale che vorrei acquistare si trova in Puglia.. volevo chiedere se c'è qualche soluzione per questo e volevo sapere anche delle agevolazioni che ci sono per i giovani imprenditori... grazie

Risposta:
Gentile Utente,
non abbiamo alcuna notizia di agevolazioni per il tipo di attività che ci indica.
Inoltre eventuali fondi hanno sempre tra le caratteristiche la territorialità, ossia si deve risiedere nel territorio dove l'attività viene iniziata.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 18-01-2017:
Salve. Sono in attesa di divorzio. L ex marito ha per sentenza casa e obbligo di pagare il mutuo. Sia casa che mutuo restano cointestato. La durata è trentennale ma rata bassa di 360 euro mensili. Ora con il nuovo compagno vorrei prendere un prestito di 80000 mila euro. Il mio compagno è autonomo con un orestito in corso che estinguere be con ul nuovo. Io sono statale scuola precaria ma con anzianità lavorativa più che decennale. Potremmo accedere al nuovo prestito? La situazione con l ex marito potrebbe essere un ostacolo e se si cosa potrei fare per ottenere il nuovo prestito?

Risposta:
Gentile Utente,
Lei con un mutuo cointestato, sebbene la sentenza preveda l'addebito complessivo al Suo ex-marito, è a nostro modo di vedere impossibilitata ad ottenere un secondo mutuo. Va provata a fare la richiesta presso uno o più istituti bancari ma le possibilità sono poche.
Non va inoltre dimenticato che Lei è comunque una lavoratrice precaria.
Sul fronte del Suo nuovo compagno molto fa il reddito medio mensile dichiarato: se siamo almeno intorno ai 1.500 euro mensili non vediamo grandi difficoltà per lui ad ottenere gli 80.000 euro che Vi occorrono, sempre che contestualmente estingua il prestito attualmente in essere.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 14-01-2017:
salve io vorrei aprire un bar però come anticipo mi chiedono 100.000 euro è possibile chiedere un prestito di questa cifra?


Risposta:
Gentile Utente,
sarebbe possibile se Lei disponesse di una garanzia molto solida, di valore pari al magari anche al doppio del importo che Le occorre.
Il fatto di aprire una attività non da alcuna garanzia sui profitti futuri (essendo appunto ancora da venire) e, di conseguenza, è difficile farsi finanziare.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 30-12-2016:
Salve, come potrei avere un prestito di 70.000/80.000 euro avendo un lavoro ma con pagamento tramite voucher? Grazie Mario

Risposta:
Gentile Mario,
per importi di questa entità occorre un reddito consistente e dimostrabile mediante busta paga.
Nel caso dei voucher il reddito non sarebbe comunque sufficiente a fronteggiare la rata di un impegno finanziario così elevato, ed inoltre l'instabilità del tipo di prestazione lavorativa è ulteriore limite all'ottenimento di un qualsiasi prestito.
Deve immaginare che anche in caso di regolare contratto di lavoro a tempo determinato gli importi ottenibile sono piuttosto bassi (può leggere: Prestito con contratto a tempo determinato).
Ad oggi, inoltre, le finanziarie ancora non si sono attivate con prodotti specifici, ossia dei piccoli prestiti, per la Sua categoria di lavoratori.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 15-12-2016:
Avrei trovato una casa da comprare interamente da ristrutturare, il prezzo si aggirerebbe tra i 20 e i 30 mila euro, se la comprassi con i miei soldi, le banche sarebbero disposte a finanziarmi le ristrutturazione con un mutuo da 70/80 mila euro?

Risposta:
Gentile Utente,
dipende essenzialmente dal valore di mercato dell'immobile: se vale realmente 20 - 30.000 euro la banca non finanzierà una ristrutturazione così costosa, a meno di portare altri beni in garanzia.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 15-12-2016:
Sapreste dirmi a quanto si aggirerebbe piu o meno la rata mensile di un mutuo da 100mila euro dilazionato in 30 anni? Grazie.

Risposta:
Gentile Utente,
a tasso fisso si parte da circa 360 euro al mese, variabile invece da circa 320 euro.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 12-12-2016:
Salve, ho 22 anni un lavoro a tempo indeterminato con stipendio mensile di mille euro, vorrei acquistare una casa ( valore 100mila euro) considerando che avrei anche la firma di un garante, sarei in grado di ottenere 80/90 mila euro con la mia busta paga? ( leggevo anche di particolari offerte per giovani sotto i 30 anni) grazie.

Risposta:
Gentile Utente,
il reddito è sufficiente a sostenere una rata per un mutuo di 80.000 euro, magari con una dilazione piuttosto lunga, ossia 30 anni.
Arrivare a 90.000 non sarebbe un problema sempre in rapporto al reddito ma lo sarebbe in quanto saremmo sul 90% del valore dell'immobile e molte banche si attestano sull'80%.
La presenza di un garante sicuramente aiuterà, specie in considerazione della Sua giovane età.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 25-11-2016:
I miei figli si sono ritrovati con la morte del padre a dover pagare un mutuo di 100 mila euro più debiti sempre del padre di altri 10000 euro avendo una entrata fissa annua dell'azienda vinicola ereditata di 20000euro nette più una busta paga di 1500 più casa e terreni si può richiedere un finanziamento per estinguere tutto? Verrebbe accettato con simili requisiti?

Risposta:
Gentile Utente,
si, con i requisiti che ci indica è possibile subentrare nel mutuo e provare a rinegoziarlo per far fronte all'ulteriore debito di 10.000 euro.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 17-11-2016:
Salve ho 28 anni e un contratto a tempo indeterminato da circa 15 mesi,la mia busta paga è di 1100 euro mensili e ho un garante..dovrei acquistare una casa da 176.000 euro e ne devo finanziare 120.000 euro sono a disposizione di 56.000 e dovrei chiedere un mutuo ipotecario,quante possibilità di successo ci sono? E quanto tempo passa all'erogazione dei soldi dall'avvio della pratica? Grazie buona giornata

Risposta:
Gentile Utente,
scegliendo una durata di rimborso lunga (diciamo intorno ai 30 anni), visto anche che dispone di un garante, dovrebbe avere buone possibilità di riuscita.
Sui tempi, invece, non sappiamo aiutarLa in quanto molto variabili da banca a banca; oscillano da un mese ad anche tre.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 06-11-2016:
Salve, sono un autonomo con redditi derivanti da immobili affittati. La mia ultima dichiarazione dei redditi è stata di 62.000 euro annui. È sufficiente per chiedere un prestito personale di 30.000 euro da restituire in 10 anni? Se non lo fosse, con questo reddito più o meno quanto potrei aspettarmi di ottenere ? Ho già un mutuo 25ennale, sempre regolarmente pagato con ipoteca su uno dei miei immobili e rate da 900 euro al mese

Risposta:
Gentile Utente,
pur essendo il Suo reddito certificato consistente la presenza di un impegno già così gravoso, ossia una rata da 900 euro al mese, a parer nostro rende molto difficile ottenere un ulteriore finanziamento, per di più di importo così consistente come quello che Le occorre.
Per quanto attiene all'importo massimo che potrebbe ottenere il problema è il medesimo: chi già impiega un quinto del proprio reddito per pagare una rata viene comunque visto dalle finanziarie abbastanza esposto da poter incorrere in mancati pagamenti; quindi non è un discorso di "quanto può ottenere", ma proprio di fattibilità di un qualsiasi prestito.
Detto questo Lei provi comunque a richiedere qualche preventivo, e anche partendo dalla cifra di 30.000 euro che ci indica, per vedere se c'è qualche margine nonostante il mutuo già in essere.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 15-10-2016:
Buongiorno , ho un reddito netto da dipendente di 52000 euro netto , contratto tempo indeterminato , vorrei un prestito di 100.000 euro per scopi personali. È' possibile ? Grazie

Risposta:
Gentile Utente,
il reddito ci appare sufficiente per ottenere un finanziamento di questo tipo.
Saluti.
La redazione

---------

1-2-3-4-5-6