Domanda n.8300 del 31/03/2015



Domanda:
sono un lavoratore a contratto a tempo indeterminato con la busta paga di 1.300 1.400 euro,posso richiedere un prestito di 50.000 euro?
(Domanda inserita il 31-03-2015 sulla pagina: Rata e durata di un prestito da 50000 euro)

Risposta:
Gentile Utente,
il rapporto tra il Suo reddito mensile e l'importo che Le occorre non è decisamente favorevole. Di seguito faremo alcune considerazioni su quanto appena detto e l'unica via possibile che possiamo ipotizzare.
Un prestito di importo pari a 50.000 euro nella maggior parte dei casi prevede un rimborso lungo, tipicamente dieci anni. Questo significa che Lei dovrebbe sostenere 120 rate mensili per restituirlo completamente.
Ogni finanziaria prevede una serie di parametri per evitare il sovraindebitamento, ossia che il cliente abbia troppo carico ogni mese e, di conseguenza, smetta di pagare oppure lo faccia in maniera irregolare nel tempo. Il parametro principale è il rapporto rata / reddito e tutte si attestano su un 20% - 25% (con garante). Ora, con il Suo stipendio, la finanziarebbero con rata massima di circa 250 / 270 euro e ciò la porterebbe ad ottenere, forse, la metà di quello che Le serve.
Quindi, come uscire da questa situazione di blocco? Bisogna rimuovere il limite "di sicurezza" imposto dalle finanziarie. Questo può avvenire solo ed esclusivamente laddove Lei abbia la possibilità di fare una cessione del quinto ed una cessione di un secondo quinto (il prestito delega). Questo è possibile solo se lavora in una grande azienda, preferibilmente pubblica, con un grado di solidità notevole. Anche le aziende private possono essere ammesse a tali tipi di prestito ma solo se, ripetiamo, di grandi dimensioni, meglio se organizzate come società per azioni.
Se si trova nella condizione di poter fare cessione e delega ecco che allora potrà sostenere rate per circa 550 - 600 euro mensili, riuscendo ad ottenere i 50.000 euro che Le servono (magari più probabilmente qualcosa meno, diciamo intorno ai 45.000 euro).
L'unica ulteriore considerazione da fare è quella sulla sostenibilità del debito: Lei si troverebbe per dieci anni a vivere con la metà dello stipendio! Come ben capisce se non ha altri redditi su cui poter contare la situazione diventerebbe veramente difficile da sostenere. Va infatti detto che, mentre la cessione del quinto spetta per diritto, il prestito delega è soggetto all'approvazione del datore di lavoro il quale potrebbe opporsi proprio in vista dell'eccessivo indebitamento a cui andrebbe a sottoporsi.
Saluti.
La redazione

La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No



Valutazione dell'articolo
Domanda n.8300 del 31/03/2015

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:5 su 5    -    Numero voti: 2
---------
La redazione risponde


Domanda posta alla redazione il 08-04-2015:
Salve, ho un lavoro a tempo indeterminato con uno stipendio di 1300 euro . Ho un prestito esistente con 8000 euro da estinguere con rata da 180 euro mese . Posso richiedere 10.000 euro ad un altra finanziaria ?

Risposta:
Gentile Utente,
la ulteriore rata che può sostenere con il Suo stipendio è di poco inferiore ai 150 euro (può leggere al riguardo i due articoli Ottenere un altro prestito mentre se ne ha già uno in corso. E' possibile? (Parte I) e Ottenere un altro prestito mentre se ne ha già uno in corso. E' possibile? (Parte II)).
Purtroppo con tale rata non avrebbe modo di restituire i 10.000 euro se non con una dilazione di 84 - 96 mesi che è assai difficile da ottenere a meno che non si ricorra ad una cessione del quinto dello stipendio (se ha modo di farla).
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 06-04-2015:
ho un lavoro fisso ma nno ho busta paga guadagno 1000 euro al mese posso avere un prestito di 2000 euro?

Risposta:
Gentile Utente,
se non può dimostrare di avere un reddito non può accedere ad un prestito personale, anche se l'importo che andrebbe a richiedere è, tutto sommato, contenuto.
Saluti.
La redazione

----------


Domanda posta alla redazione il 03-04-2015:
LAVORATORE DIPENDENTE STATALE - POLIZIA- ANNI 25 STIPENDIO 1600 EURO CIRCA MENSILI, 60 RATE SU UN PRESTITO DI 12000 EURO, QUANTO SARA' L'IMPORTO DELLE RATE?

Risposta:
Gentile Utente,
orientativamente la rata di attesterà sui 250 euro (considerando un TAEG che va dall'8% all'11% ossia in linea con la media attuale di mercato).
Saluti.
La redazione

----------