Domanda n.2549 del 09/01/2013



Domanda:
Salve sono correntista bancoposta ho un prestito bancoposta effettuato il mese scorso di 2000 euro 36 rate mensili,contratto a tempo indeterminato full time 1300 netti al mese, la mia domanda è: si può modificare l'importo del prestito da 2000 a 3000 oppure richiedere un altro prestito aggiuntivo?
(Domanda inserita il 09-01-2013 sulla pagina: Prestito BancoPosta di Poste Italiane)

Risposta:
Gentile Utente,
pur non indicando la Sua rata mensile, che è il primo punto su cui argomentare la nostra risposta, possiamo calcolare, al taeg indicato sul foglio informativo del Prestito BancoPosta, un importo di circa 65 euro.
Questa rata grava sul Suo reddito per il 5%, ossia questa è la percentuale del Suo stipendio che deve essere destinata per pagare, senza ritardi ed omissioni, il finanziamento ottenuto. E' evidente che il peso di tale onere è minimo: le finanziarie accettano che il debitore-cliente sia indebitato anche per il 25% - 30% del proprio reddito.
In base a quanto detto non ci sono problemi nel rapporto tra reddito e rata mensile: lo stesso prestito, ma con importo erogato pari a 3.000 euro, determina una rata, sempre sui 36 mesi, di circa 100 euro, che equivale appena al 7,6% del Suo reddito.
Dal punto di vista operativo l'importo non può essere modificato. Potranno esserLe proposte due vie, che dipendono da procedure interne di ogni singola finanziaria, e quindi anche di Poste (Deutsche bank):
- erogare un prestito nuovo per estinguere il prestito appena accordato e darLe la liquidità aggiuntiva
- stipulare un secondo contratto di prestito da affiancare al primo
Quale che sia la soluzione, ovviamente, avrà da sostenere qualche costo legato a penale di estinzione anticipata (1% del capitale residuo) e istruttoria del nuovo prestito.
Vogliamo sottolineare, anche in favore degli altri utenti che leggono, che questa operazione è probabilmente fattibile solo dato il rapporto molto favorevole tra reddito e quanto richiesto in prestito; se non ci fosse questo presupposto subito verrebbe obiettato che si sta chiedendo la rinegoziazzione troppo presto (è intercorso soltanto un mese dalla stipula!).
Saluti.
La redazione

La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No
Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 10-01-2013

domanda precedente
<--Domanda n.2551 del 09/01/2013
domanda successiva
Domanda n.2556 del 10/01/2013-->



Valutazione dell'articolo
Domanda n.2549 del 09/01/2013

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto: Articolo ancora non votato