Prestito con busta paga di 1.000 euro. Importo massimo ottenibile

Le cifre che si possono ottenere con un reddito di 1.000 euro al mese variano sensibilmente in base a tipo di prestito e garanzie fornite. Facciamo un po' di conti e analizziamo le diverse possibilità.


prestito con reddito 1000 euro Quanto si può ottenere in prestito se si dispone di un reddito di 1.000 euro al mese? Per rispondere correttamente a questo tipo di domanda si dovrà vedere quale sia la fonte di questo reddito, come ad esempio un lavoro dipendente o autonomo o, ancora, una pensione. A sua volta anche i contratti di lavoro dipendente non sono tutti uguali e alcuni forniscono garanzie maggiori che si riflettono in possibilità di ottenere finanziamenti più corposi, così come nel caso di pensione anche l'età ha la sua rilevanza.
E' dunque evidente che non si può fare di tutta l'erba un fascio e dare risposte generiche. Di seguito analizzeremo come si guadagnano questi 1.000 euro e quanto si riesca effettivamente a portare a casa.
Per ora è importante memorizzare la cifra di 200 euro. Non è un cifra casuale: essa rappresenta il 20% del reddito ed è un valore chiave da considerare sia per un prestito personale "normale" che per una cessione del quinto. Vedremo che questo valore è la base di partenza per ogni ipotesi.

A quanto si può arrivare e attraverso quali strumenti?


Se consideriamo la cifra mensile di 1.000 euro per determinare l'importo massimo ottenibile dobbiamo valutare quali sono le garanzie che il debitore può fornire alla finanziaria che rimborserà correttamente il prestito.
Partiamo dal lavoratore dipendente a tempo indeterminato: ebbene questa figura può garantire che per i mesi che durerà il prestito avrà a disposizione con ragionevole sicurezza il Suo stipendio. Se vuole un prestito personale potrà sostenere dunque una rata di 200 euro (come detto inizialmente!) e le finanziarie accetteranno di erogare per durate medio-lunghe, come ad esempio 72-84 mesi. Ai tassi di mercato significherà ottenere tra gli 11.000 e i 12.500 euro.
Ma se si vuole ottenere ancora di più? ebbene il lavoratore dipendente può ricorrere, entro determinati limiti, alla Cessione del quinto. Questo determina che la finanziaria è ancora più garantita per il rimborso del prestito ed erogherà su durate ancora maggiori, ossia il limite di legge di 120 mesi. La cessione frutterà al debitore l'importo di 15.000 euro. Se questo importo ancora non fosse sufficiente e ci fossero i presupposti per la cessione di un secondo quinto (Prestito delega)dello stipendio portando quindi la rata 400 euro al mese, si potrebbe quasi raddoppiare il ricavo, attestandosi su valori prossimi ai 30.000 euro.
Ma se non si è a tempo indeterminato? I lavoratori dipendenti con contratto a tempo determinato possono ottenere prestiti restituibili entro e non oltre la scadenza del contratto: ragionevolmente sono finanziamenti di 12 / 24 mesi al massimo, che fruttano dai 2.500 ai 4.000 euro.
I pensionati sono del tutto assimilabili ai dipendenti a tempo indeterminato quindi possono aspirare alle stesse cifre. La durata del prestito però potrebbe essere più corta se si è particolarmente anziani con conseguente diminuzione dell'importo ottenibile.
I lavoratori autonomi e i liberi professionisti possono abitualmente accedere solo a prestiti di massimo 72 / 84 mesi non potendo fare la cessione. L'importo che possono ottenere è dunque di circa 12.000 euro. A loro che mancano di garanzie determinate dal contratto di lavoro è più probabile che venga richiesto un garante. Ciò può anche determinare che la finanziaria accetti uno sconfinamento dai 200 euro della rata "ideale" verso i 250, con la possibilità di salire a finanziamenti da 14 - 15.000 euro.

Cosa avviene nella realtà? I casi di altri utenti con questo reddito


Riceviamo spesso domande di utenti che guadagnano, a vario titolo, 1.000 euro al mese; sono lavoratori o pensionati in diverse condizioni e ai quali cerchiamo di fornire un quadro sulle loro reali possibilità, anche considerando la presenza di altri debiti o la volontà di tenere la rata più bassa possibile. Capitano casi di persone che hanno questo reddito ma per altri motivi non possono essere finanziate.
Potreste riconoscervi in queste situazioni e fugare dunque i Vostri dubbi. Se ciò non accede e vi rimangono delle perplessità potete inoltrarci le Vostre domande consultando la seguente pagina: Invia la tua domanda.