Reddito mensile di 880 euro e richiesta mutuo. Quale importo può essere accordato?

Il reddito non è il solo punto da prendere in considerazione. Il valore dell'immobile e altri fattori determinano l'importo massimo che si può ottenere.
Domanda:

importo massimo per mutuo con un reddito di 880 euro al mese
Con un mensile di 880 euro che mutuo potrei fare?

(Domanda inserita il 05-01-2021 sulla pagina: Rata e durata di un prestito da 100000 euro)


Risposta:
Gentile Utente,
per essendo il reddito un fattore fondamentale nel definire quale importo si può ricevere in un finanziamento, sia esso un mutuo come nel Suo caso o anche un prestito personale, un affidamento per una carta di credito revolving, o ancora un fido bancario, non è l'unico a dover essere tenuto in considerazione.
In un mutuo ipotecario la garanzia che la banca richiede è infatti oltre alla disponibilità di uno stipendio adeguato anche una ipoteca sull'immobile che viene acquistato.
Ciò determina che ci deve essere un rapporto preciso fra valore dell'immobile e importo erogato col mutuo.
In secondo luogo, l'esistenza attuale del reddito deve essere ragionevolmente garantita per tutta la durata del piano di rimborso.
Quindi, verificati questi due punti, si passa alla valutazione della rata che il mutuo potrà avere, che deve essere sostenibile con il Suo reddito di 880 euro mensili.

Rapporto mutuo / immobile acquistato: l'80%

La banca che Le erogherà il mutuo preferirà che il valore della casa che sta acquistando sia superiore all'importo che sta mutuando.
Ad esempio, se vuole comprarsi un appartamento da 100.000 euro ecco che sarà ben disposta ad erogarne 80.000.
Questo è fondamentale da capire proprio perché è un fattore che differenzia molto il costo del mutuo.
Perché abbiamo ben evidenziato la parola "preferirà"?
Perché molte banche saranno anche disposte a superare l'80% ma a quel punto, non essendo la loro condizione "preferita", Le praticheranno un taeg molto più alto.
In altre parole pagherà per il Suo mutuo un importo più alto, ovvero la somma delle rate sarà molto più consistente.

Reddito disponibile nel tempo: il contratto (e il datore) di lavoro


Visto che non ci comunica il Suo dato specifico a riguardo faremo un discorso di tipo generico.
Un mutuo dura mediamente 20 anni, ma si può allungare anche fino a 30 anni per non parlare di alcune offerte che si spingono ai 40 anni.
E' una quantità di tempo lunghissima e la banca deve per forza chiedersi se il reddito necessario al pagamento della rata sarà, ragionevolmente, sempre disponibile.
E' ovvio che in questo lasso di tempo non ci può essere la sicurezza di nulla ma converrà che almeno si deve garantire che il reddito attuale non sia già sicuramente destinato ad interrompersi.
Quindi, se Lei disponesse ad esempio di
  • un contratto a tempo determinato
  • un contratto di apprendistato
saprebbe a priori che non c'è margine di movimento.
Inoltre avere un contratto a tempo indeterminato, ma in una ditta individuale, non da la stessa stabilità di avercelo in una grande azienda o, ancor di più, in un ente statale.

Determinazione della rata che andrà a pagare

Ai fini della regolarità nei pagamenti la banca, all'atto di valutare per l'erogazione del mutuo, definirà la rata in modo da impattare il meno possibile sul Suo bilancio mensile.
Cosa significa questo?
Che non potranno mai proporLe una rata di 500 euro perché, se Lei è abituato a vivere con 880 euro al mese come farebbe a farlo invece con 380?
Sarebbe un cambio così radicale che smetterebbe di pagare le rate praticamente subito.
Con 880 euro di stipendio la rata difficilmente potrà superare i 200 / 250 euro.
Va inoltre sottolineato che quando si parla di redditi di questo livello spesso è chiesto che il mutuo sia assistito da una terza persona, come un parente o una amico, che faccia da garante sostituendosi a Lei nel pagamento delle rate che eventualmente non ce la faccia a pagare.

Importi ottenibili? Valutiamo più soluzioni

Vediamo ora quanto potrebbe ottenere facendo una prima distinzione tra mutuo al di sopra o al di sotto dell'80%.
Un mutuo al 100% potrebbe averLo con restituzione a 30 anni, e in considerazione della rata che può pagare, otterrebbe 70.000 euro.
Se invece aspirasse ad un mutuo che copra soltanto l'80% del valore dell'immobile (soluzione che la banca preferisce) a sempre a 30 anni potrebbe ottenerne 80.000.
Conosciamo solo una soluzione a 40 anni (di Deutsche Bank).
Con essa, che è limitata all'80% del valore dell'immobile, potrebbe ottenere 90.000 euro circa.
In questi calcoli è stato considerato sempre un tasso variabile; attualmente la differenza col fisso, in questo ordine di cifre, è decisamente modesta.
Saluti.
La redazione
La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No
Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 05-01-2021

domanda precedente
<--Cessione del quinto e finanziamento auto in corso, nuova esigenza di liquidità per 6.000 euro. Domanda ammissibile?
domanda successiva
Consolidare due prestiti intestati a due persone diverse (fidanzati) diventati conviventi per poi chiedere un mutuo, come si fa?-->



Valutazione dell'articolo
Reddito mensile di 880 euro e richiesta mutuo. Quale importo può essere accordato?

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:0 (0 / 5)    -    Numero voti: 0 -- Articolo ancora non votato