Prestito di 5.000 euro per dipendente che sta facendo da garante per il padre, obiettivo accessibile?

Incrociare i ruoli di garante non Ŕ possibile, ma probabilmente non sarebbe nemmeno necessario farlo. Consideriamo le vie possibili.
Domanda:

prestito di 5000 euro per persona che fa da garante a sua volta
Nel 2019 mio padre che Ŕ pensionato con 700 euro al mese ha dovuto fare dei lavori dal dentista molto pesanti.
Il dentista gli ha fatto fare una finanziaria per circa 8000 euro ma ben presto Ŕ uscito fuori che ci voleva un garante e mio padre non sapendo come fare ha chiesto a me, che non abito pi¨ da anni con loro.
Io gli ho fatto il garante e ora mi serve un prestito anche a me e per motivi di salute ma volevo sapere se sono garante se posso farlo.
La rata di papÓ sono 200 euro mese, a me ora servono 4 - 5000 euro e ho lo stipendio di 1800 euro.
Se non basta posso mettere mio padre a sua volta come garante?

(Domanda inserita il 02-08-2021 sulla pagina: Pu˛ il garante di un prestito richiedere un finanziamento per sÚ stesso?)


Risposta:
Gentile Utente,
se Lei Ŕ garante di una terza persona la stessa non potrÓ fare da garante per Lei in questa occasione.
Il motivo Ŕ presto detto:
se l'altra persona, nel caso specifico Suo padre, ha avuto necessitÓ che Lei si inserisse nel contratto di prestito per le spese dentistiche effettuate nel 2019 come garante, va da sÚ che in Lui sono stati ravvisati degli elementi di debolezza.
In sostanza la finanziaria, osservando il reddito da pensione percepito di 700 euro, ha giudicato quest'ultimo insufficiente ad affrontare comodamente le rate ed ha richiesta che Lei venisse coinvolto fornendo la garanzia accessoria ulteriore.
Se Suo padre Ŕ stato visto come "debole" in quel frangente, e non essendo variato il reddito in quanto proveniente da pensione, ecco che giudicherebbe il Suo intervento come garante del tutto incongruo ed inutile.

Valutiamo la possibilitÓ di richiedere il prestito di 5.000 euro

Prima ancora di ragionare sulla necessitÓ o meno di introdurre un garante nel contratto di prestito da 5.000 euro che ora Lei vorrebbe fare Ŕ opportuno misurare che tipo di impegno, in generale, esso comporta.
Un finanziamento del genere pu˛ essere restituito, ricorrendo ad un comune prestito personale, in una forbice di tempo che va dai dodici ai sessanta mesi, e la durata impatta sull'entitÓ della rata come da seguente prospetto:
  • Restituzione in mesi 12: 434 euro
  • Restituzione in mesi 24: 226 euro
  • Restituzione in mesi 36: 156 euro
  • Restituzione in mesi 48: 122 euro
  • Restituzione in mesi 60: 101 euro

Per capire quale rata sarebbe corretta a fronte dei 1.800 euro che Lei guadagna Ŕ sufficiente dividerli per cinque, con un risultato di 360 euro.
Se Lei non fosse giÓ garante potrebbe dunque restituire il nuovo prestito con rate, al massimo, di 360 euro, il che ci fa pensare che potrebbe ricorrere ad una dilazione tra i diciotto e i ventiquattro mesi.
Essendo per˛ Lei impegnato con Suo padre per 200 euro mensili Ŕ necessario scalarli dalla Sua rata "potenziale".
Sottraendo 200 euro a 360 euro si ottiene 160 euro, che diviene la rata massima ammissibile.
Potrebbe dunque restituire il prestito con un piano di rimborso lungo dai trentasei mesi in su.
Questo evidenzia che a Lei non occorre un garante per poter essere finanziato.
Saluti.
La redazione
La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No
Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 02-08-2021




Valutazione dell'articolo
Prestito di 5.000 euro per dipendente che sta facendo da garante per il padre, obiettivo accessibile? Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:0 (0 / 5)    -    Numero voti: 0 -- Articolo ancora non votato