Prestito di 100.000 euro per sostenere diverse spese, senza contratto di lavoro ma con garante. Chi lo concede?

La valutazione in questi casi parte sempre dal reddito e le ulteriori garanzie che si possono fornire. Vediamo i dati nel caso specifico.
Domanda:

prestito 100000 euro per acquisto immobile, auto e spese mediche
Salve io avrei questa domanda.
Si potrebbe ottenere un prestito quantificato in euro 100.000 per gestire diverse diverse spese in unica soluzione? Come acquisto prima casa, sostituzione auto e cure mediche dentistiche.
Purtroppo rientro in quella categoria di persone che lavorano ma che non hanno nessun contratto.
Attualmente in corso ho una rata di euro 120 pagata sempre con puntualità.

Avrei a disposizione un garante e vorrei utilizzare inoltre la casa che acquisterò tramite agenzia,come ulteriore garanzia.
Secondo voi quali banche concedono questo prestito se fattibile?

(Domanda inserita il 30-08-2022 sulla pagina: Rata e durata di un prestito da 100000 euro)


Risposta:
Gentile Utente,
ottenere un prestito per un utilizzo come quello che intenderebbe fare Lei è ammissibile:
in alcuni strumenti finanziari, primo su tutti il mutuo ipotecario, c'è sempre uno stretto legame tra capitale ottenuto e suo utilizzo; la banca eroga un certo capitale finalizzato esclusivamente a finanziare l'acquisto dell'immobile.
Nel caso di un prestito personale, invece, seppur di ingente importo come quello che Le occorre, non è indicato alcun vincolo all'utilizzo della cifra ottenuta.
Ammesso dunque che si, è possibile ottenere 100.000 euro per acquistare una casa, l'auto e sostenere delle spese mediche, bisogna passare ad analizzare come Lei può garantire che restituirà il dovuto con il pagamento, nei tempi e nei modi stabiliti, delle rate.

Ebbene, da quanto ci dice, Lei questa garanzia non può darla.
Vediamo perché:
  • Lei lavora ma non ha un contratto di lavoro.
    Questo implica che se Lei non pagasse le rate, non avendo un contratto che attesti che Lei ha un reddito da lavoro, non potrebbe essere attaccato efficacemente dalla finanziaria per il rientro forzato delle cifre dovute.
    Attenzione: anche chi non ha un contratto di lavoro può essere finanziato, si pensi ad esempio a chi è lavoratore autonomo o libero professionista.
    Non ci sembra da come ci scrive nella domanda che questo sia il Suo caso.
    Se sbagliamo, e Lei ha comunque un reddito dimostrabile a prescindere da un contratto di lavoro, allora il problema è rimosso e si può continuare ad analizzare i prossimi punti.
  • La consistenza del reddito è il secondo fattore importante da analizzare.
    Senza scendere troppo nel particolare difficilmente si può ottenere un prestito per quella cifra con redditi inferiori ai 3 - 4.000 euro al mese.
    Il motivo è che la rata mensile per un impegno così gravoso è altrettanto impegnativa.
  • Sul discorso garante si può affermare che, se Lei non ha un reddito dimostrabile e di entità vicina a quella che indicavamo, la presenza o meno di un garante è del tutto secondaria.
    Il garante va visto come un "piccolo aiuto", come a dire che si hanno i requisiti magari al 90% per avere il prestito e allora si chiede il garante per tirare fuori quell'ultimo 10%.
  • Per quanto attiene la garanzia che Lei potrebbe inserire, ossia la casa che andrà ad acquistare, essa è sicuramente valida in quanto una ipoteca immobiliare è comunque molto ben vista da un istituto di credito, ma tale operazione è del tutto secondaria rispetto agli importanti punti prima discussi.
E' abbastanza evidente che il quadro è complesso e molto esigente sul piano dei requisiti.
Sempre quando si cerca un finanziamento ingente e c'è di mezzo l'acquisto di un immobile si punta ad un mutuo piuttosto che ad un prestito, proprio perché i mutui hanno durate molto lunghe e consentono di avere una rata molto più contenuta, abbattendo di moltissimo il livello di reddito necessario da porre a garanzia.
Tuttavia è proprio il fatto che Lei ha bisogno di questo finanziamento per fare un utilizzo diverso del capitale, non solo acquisto dell'immobile dunque, la pone in una condizione di sostanziale non fattibilità.
Ne è dimostrazione, concludendo, che se Lei avesse almeno il requisito del reddito dimostrabile, molto probabilmente in banca Le proporrebbero un mutuo per la casa e, separatamente, un prestito per le altre spese.
Saluti.
La redazione
La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No
Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 30-08-2022




Valutazione dell'articolo
Prestito di 100.000 euro per sostenere diverse spese, senza contratto di lavoro ma con garante. Chi lo concede? Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:0 (0 / 5)    -    Numero voti: 0 -- Articolo ancora non votato