Mutuo di consolidamento più liquidità per 180.000 euro, che garanzie occorrono?

La fattibilità dell'operazione è legata al reddito e ad alcuni aspetti circa le garanzie da fornire. Vediamoli insieme.


Domanda:

mutuo consolidamento 180000 euro
Salve io vorrei sapere se é possibile avere un mutuo di consolidamento e liquidità. Di 180.000 euro .
Per estinguere vari finanziamenti in corso e avere un unica rata e scadenza e un po di liquidità da parte.
I finanziamenti in corso nello specifico sono:
*il mutuo sulla prima casa che al momento é cointestato sia nel mutuo che nella proprietà della casa (e vorrei anche svincolare il mio attuale cointestatario se é possibile come operazione), il residuo é di 101.000 euro e l ultima perizia sulla casa é di 112.500 euro.
*Un prestito personale di 32.500 euro
*La cessione del quinto pari a 22.500 euro

Come garanzie ci sarebbe il mio immobile e se puo servire, eventualmente... la firma da garante del marito di mia mamma che é un dipendente statale di 61 anni e il loro immobile di proprieta.

Attendo con ansia risposta.
Cordiali saluti

(Domanda inserita il 28-06-2020 sulla pagina: Prestito Maxi di Intesa Sanpaolo, importi fino a 300.000 euro)


Risposta:
Gentile Utente,
per avere il mutuo di consolidamento occorre:
  • un reddito idoneo al pagamento della rata
  • una o più garanzie da legare al mutuo stesso

Reddito per sostenere adeguatamente la rata del nuovo mutuo

Per avere un mutuo di 180.000 euro, con dilazione trentennale e tasso variabile, si dovrà sostenere una rata di almeno 750 euro.
Questo valore sarà da verificare, per questo diciamo "...almeno 75 euro..." perché si tratta di rate calcolate con tassi promozionali che poi non necessariamente sono sempre disponibili.
A prescindere da questo è ragionevole pensare che, anche se si riuscisse ad ottenere un rata di tale importo, ecco che Lei dovrà disporre di un reddito almeno prossimo ai 2.000 euro.
La possibilità che Le richiedano anche un garante, in queste condizioni, c'è.
Se il reddito è invece al di sopra dei 2.000 euro potrebbe riuscire ad essere autonoma.

Garanzie per un mutuo di consolidamento di 180.000 euro

Qui per chiarezza bisogna specificare:
Lei ci dice di poter garantire con il Suo immobile.
Diamo per scontato che:
  • il Suo immobile non sia quello oggetto di mutuo, altrimenti non c'è margine di operatività
  • L'immobile che darebbe in garanzia ha valore superiore ai 180.000 euro.
Inserire come garante il marito si Sua madre con relativo immobile può servire, ma ha senso solo se si combinano tutta una serie di variabili, a partire da quelle relative ai redditi.

Considerazioni finali

Come avrà capito la situazione ha un grado di complessità tale che è difficile capire "da fuori" se si riuscirà ad ottenere questo mutuo.
Quello che abbiamo potuto individuare è relativo ad un reddito minimo ed un valore minimo per l'immobile da mettere a garanzia.
Per gli altri elementi dovrà necessariamente procedere con una richiesta direttamente in banca per avere informazioni più approfondite.

Ultima nota:
nel momento in cui ottenesse il mutuo di consolidamento, il precedente mutuo immobiliare sulla casa verrebbe estinto e di conseguenza il cointestario sarebbe libero dal vincolo di cointestazione si badi bene del mutuo.
Diverso è l'aspetto della proprietà del bene, che se era prima cointestato tale rimarrà.
Saluti.
La redazione
garanzie occorrono?--commento" ?> La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No
Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 28-06-2020

domanda precedente
<--Mutuo in corso e possibilità di ottenere un finanziamento, busta paga 1.400 euro. Verrà accordato?
domanda successiva
Finanziamento auto con altri due per in corso, importo richiesto 4.200 euro. Obiettivo accessibile?-->



Valutazione dell'articolo
Mutuo di consolidamento più liquidità per 180.000 euro, che garanzie occorrono?

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:0 (0 / 5)    -    Numero voti: 0 -- Articolo ancora non votato
---------
La redazione risponde


Domanda posta alla redazione il 03-07-2020:
Buongiorno,
Mio padre ha un debito aziendale da coprire di circa 200'000 euro, io e i due miei fratelli cerchiamo una soluzione per trovare la liquidità necessaria a chiudere l attività,
Avendo a disposizione mio padre una proprietà di un appartamento suo e un altro al 33% coi suoi fratelli e anche altri terreni con vigneto etc. Sempre al 33%, il tutto esente da ipoteche, da poter mettere a disposizione come garanzia,
Cerchiamo la soluzione più sicura e vantaggiosa, che sia un finanziamento o anche l acquisto da parte nostra delle sue proprietà con mutuo cointestato, su quale strada dovremmo dirigersi?
( ovviamente il tutto al netto di copertura del valore e dei redditi)
Vi ringrazio


Risposta:
Gentile Utente,
quando si ha una situazione così complessa e aperta a più strade è nostra convinzione che si debba rivolgersi direttamente ad una (prima) banca.
Il motivo è semplice: la raccolta di informazioni e relativi documenti è così ampia che non avrebbe senso farla in questa sede.
Abbiamo indicato "prima" banca perché è d'obbligo interpellarne almeno un paio in genere, ma ancor più in situazioni come la Sua.
Saluti.
La redazione

----------