Richiesta finanziamento auto prima del mutuo per l'abitazione, busta paga 1.600 euro. Si può fare?

Tecnicamente sarebbe possibile richiedere prima il finanziamento e poi il mutuo, ma può essere molto rischioso. Capiamo perché e come è meglio comportarsi.
Domanda:

richiesta finanziamento auto con busta paga 1600 euro e in attesa di mutuo
Buongiorno,
la mia situazione è complicata perché sto comprando casa ma non tutto procede bene.
Io ho dato la caparra ad febbraio e ho avviato la richiesta del mutuo.
Ancor prima che il perito vedesse la casa è saltato fuori che ci sono delle irregolarità, in sostanza hanno fatto una ristrutturazione pesante e ci sono molte parti da sanare al catasto.
Ora il venditore ha accettato di sanare il tutto prima della vendita, anche perché sennò non la compravo.
Sono passati mesi e ne passeranno altri e nel frattempo la macchina mi ha piantato in asso e i costi di riparazioni superano il valore, è molto vecchia.
Vorrei sapere se posso prenderne una nuova con finanziamento o se questo poi mi ingarbuglia il discorso del mutuo, se mai ci arriverò :-(
Guadagno 1.600 euro al mese.
Grazie

(Domanda inserita il 16-07-2021 sulla pagina: Individuare il prestito più adatto)


Risposta:
Gentile Utente,
richiedere un finanziamento prima che venga concesso il mutuo va accuratamente evitato, a meno di non avere una condizione economica molto solida in rapporto alle due rate che si andranno ad affrontare.
La chiave di tutto è proprio nella coesistenza dei due impegni mensili.
La banca che deve erogare il mutuo sarà molto più disposta a procedere quanto meno Lei si presenti indebitato al momento della stipula del contratto.
Allo stato attuale Lei dispone di 1.600 euro mensili dello stipendio e non ci indica di avere altre rate già in essere.
Quindi per la banca, dal punto di vista dell'indebitamento, Lei è il cliente perfetto.

Cosa accade se richiede ed ottiene il finanziamento per l'auto?

Qualora Lei procedesse sin da subito con l'acquisto mediante finanziamento dell'auto sicuramente non avrebbe problemi nel farselo concedere.
Il perché è lo stesso che prima indicavamo relativamente alla banca a cui richiedesse il mutuo:
Lei si presenterebbe in concessionaria con una busta paga di 1.600 euro e senza nessun debito in essere.
Cosa volere di più per la finanziaria?
Una rata auto, a meno di non andare su vetture molto costose, sta spesso tra i 200 e i 300 euro, importo che Lei, con tutti i 1.600 euro di cui dispone non avrebbe grosse difficoltà a fronteggiare.
Purtroppo Lei non ci comunica il costo dell'auto e l'importo rata, per cui possiamo andare solo per ipotesi, ma sicuramente potrà poi Lei trarre le conclusioni specifiche.
Supponiamo dunque che Lei acquisti l'auto e Le venga finanziata con rata di 200 euro.
Ogni mese, da qui a quando non finirà completamente il piano di rimborso, Lei dovrà far fronte al Suo bilancio mensile con 1.400 euro.

Arriva il momento del mutuo. Che calcolo fa la banca per decidere?

Nei prossimi mesi (speriamo presto per Lei!) si concretizzerà l'acquisto della casa, con il sanamento della posizione catastale e il conseguente nulla osta al rogito.
La banca a cui si rivolgerà dovrà verificare la Sua capacità di pagare le rate, senza mai andare in difficoltà, per tutto il periodo di durata del mutuo.
Le richiederanno la busta paga, sui cui figurano i 1.600 euro mensili, ma dalla visura in Crif risulterà che Lei ha un impegno mensile di 200 euro per la rata della macchina.
La banca, nonostante che il finanziamento dell'auto durerà molti anni in meno del mutuo, dovrà definire una rata che sia affrontabile "in sicurezza" con 1.400 euro mensili, e probabilmente si attesterà intorno ai 450 euro.
Con questo dato la banca stessa definirà quanto è disponibile ad erogare.
Potrebbe succedere che l'importo erogabile non sia sufficiente per l'acquisto della casa.
In tal caso Lei non riuscirebbe ad andare al rogito preparato.
Se Lei non avesse il carico del finanziamento auto la banca farebbe affidamento sull'intero netto in busta paga, ossia 1.600 euro, potendo attestare la rata a circa 550 euro.
La differenza di 100 euro al mese, applicata su magari un mutuo trentennale, determina una differenza di netto erogato di anche 25.000 - 30.000 euro.
Ecco che la Sua possibilità di rientrarci in questo caso sarebbe molto maggiore.

In che condizione potrebbe procedere subito per l'auto?

Siccome è evidente che il conto che deve quadrare è il rapporto tra il Suo reddito e la somma delle rate va da sé che Lei potrebbe procedere subito all'acquisto dell'auto solo laddove fosse sicuro di rientrare nella condizione giusta.
Le facciamo un esempio:
Lei deve finanziare l'auto per 100 euro al mese e il mutuo per la casa Le serve per coprire solo una parte della spesa per l'acquisto della casa, così da contenere la rata in 200 euro mensili.
Ecco che si troverebbe nella condizione di presentarsi in banca con un carico di soli 100 euro e quindi 1.500 euro di residuo disponibile.
Qualunque banca con questo tipo di indebitamento e relativo reddito ancora disponibile, erogherebbe un mutuo con rata di 200 euro senza porre alcun problema.
Sta dunque a Lei farsi i calcoli specifici, o comunicarci tutti i dati di mutuo e prestito perché possiamo farglieli noi, al fine di valutare bene i passi da fare prima, appunto, di farli in maniera avventata.

Possibile soluzione per procedere con entrambi gli acquisti

Stabilito che acquistare l'auto prima di richiedere il mutuo può essere assai rischioso e che va data la precedenza al mutuo, ecco che si può trovare una soluzione per procedere successivamente per acquistare l'auto.
Dopo l'erogazione del mutuo il Suo stipendio sarà più o meno pesantemente indebolito a causa della rata da pagare alla banca.
Se andasse in concessionaria si porrebbero anche loro il problema dell'indebitamento e magari Le rifiuterebbero il prestito.
La soluzione in tal caso sarebbe un prestito con Cessione del quinto dello stipendio.
In questo modo Lei potrebbe entrare in possesso del capitale per comprare l'auto e la finanziaria sarebbe ben disposta ad erogare in quanto avrebbe la sicurezza della rata pagata regolarmente in quanto il pagamento sarebbe fatto, a monte, dal Suo datore di lavoro.
Come sempre in questo tipo di operazioni noi raccomandiamo il massimo della prudenza nello stimare l'impatto complessivo delle rate perché, come detto, la finanziaria non esiterà minimamente e quindi si corre il rischio di considerare il tutto "troppo facile" per poi trovarsi con magari mezzo stipendio, se non di più, che ogni mese se ne va solo per le rate!

Saluti.
La redazione
La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No
Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 16-07-2021

domanda precedente
<--Prestito con contratto di lavoro da cinque anni e stipendio di 1.350 euro. Quanto si riesce ad ottenere?
domanda successiva
Finanziamento da passare ad altra persona con contratto a tempo determinato. Si riesce? E quale è la procedura?-->



Valutazione dell'articolo
Richiesta finanziamento auto prima del mutuo per l'abitazione, busta paga 1.600 euro. Si può fare?

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:0 (0 / 5)    -    Numero voti: 0 -- Articolo ancora non votato