Pensione di invalidità e reddito ridotto, può passare un finanziamento di 1.400 euro per arredamento?

Sia la tipologia che la quantità di reddito fanno si che la richiesta di un prestito, sia personale che finalizzato, di 1.400 euro non potrebbe essere accolta. Vediamo la cosa nel dettaglio.
Domanda:

finanziamento arredamento di 1400 euro
Buona sera, dovrei comprarmi dei mobili nuovi al negozio di mondo convenienza a rate, ma come reddito ho solo la mia pensione di invalidità di 297.14 euro.
Dovrei spendere circa 1400 euro, posso richiedere il prestito?
grazie

(Domanda inserita il 14-04-2020 sulla pagina: Findomestic Finanziamento Mobili e Arredamento)


Risposta:
Gentile Utente,
la domanda di prestito potrebbe anche inoltrarla, allo scopo di fare un tentativo, ma a nostro parere il finanziamento non verrebbe accordato.
I problemi che intervengono nella Sua situazione sono sia di tipo qualitativo che quantitativo.

Per problemi di tipo qualitativo si intende la tipologia del Suo reddito: una pensione di invalidità non è accettata come garanzia di un prestito.
Spesso abbiamo incontrato domande simili alla Sua e il nodo della questione è il seguente: la pensione di invalidità è un trattamento di tipo assistenziale e, di conseguenza, non può essere pignorato.
Se una finanziaria Le erogasse un finanziamento e Lei poi non pagasse nessun giudice potrebbe imporre un pignoramento sulla Sua pensione e quindi la finanziaria non potrebbe in alcun modo recuperare da Lei i propri soldi.

Per problemi di tipo quantitativo invece intendiamo il rapporto che si deve creare tra il reddito, circa 300 euro nel Suo caso, e il finanziamento richiesto, ossia 1.400 euro.
Abitualmente si calcola circa il 20% del reddito per determinare la rata massima ammissibile, e nel Suo caso saremmo a 60 euro al mese.
Ebbene, se si va a ben vedere, ci sono molti prestiti erogati con rate da 60 euro per un valore di 1.400 euro.
Ma attenzione: anche se teoricamente Lei potrebbe sostenerLa la rata di 60 euro (proprio in base al calcolo del 20% sul totale del reddito) interviene un altro importante limite: le finanziarie badano sempre a che, dopo il pagamento della rata, rimanga nelle tasche del richiedente almeno un importo pari a circa quello della pensione sociale.
Il senso di questo comportamento è che la finanziaria vuole che il cliente, dopo pagata la rata, abbia almeno una quantità di reddito per "sopravvivere" perché, altrimenti, poi finisce che il debitore non paga con regolarità ogni mese.
Nella realtà dei fatti Le finanziarie cercano di tenersi ben al di sopra di tale limite.

Come vede sono problematiche che non possono essere considerate marginali e per cui, secondo noi, non può valere un discorso tipo "ma si proviamo a chiedere il finanziamento, magari siamo fortunati"; la cosa è sempre fattibile ma non bisogna nemmeno crearsi troppe illusioni e rimanere poi delusi.
Qui mancano dei requisiti fondamentali per muoversi sia per un prestito personale, ossia quello in cui va in finanziaria e si fa erogare del contante che usa poi al negozio, sia per un prestito finalizzato, ossia quello preso direttamente presso il negozio.
Saluti.
La redazione
La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No
Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 14-04-2020

Finanziamento per arredamento per neoassunto, senza storia creditizia, cosa si può fare?
Riuscire a farsi finanziare 1.800 euro dopo tre mesi di assunzione a tempo indeterminato, come primo prestito, è una impresa veramente improbabile
leggi di più

Acquisto arredamento in due negozi diversi, finanziamenti separati o uno unico in finanziaria?
Se i due finanziamenti in negozio hanno tasso inferiore e somme delle rate compatibili con il reddito si potrà ricorrere ai prestiti finalizzati, cioè al punto vendita.
leggi di più

Coppia con 3.000 euro complessivi di reddito ma con mutuo e due finanziamenti auto, possono ottenere un nuovo prestito per arredamento?
Qui ci troviamo in una condizione prossima al sovraindebitamento. Ci sono quattro possibili scenari, analizziamone le peculiarità
leggi di più

A 23 anni con un piccolo prestito in corso riesco a farmi finanziare altri 5.000 euro per arredamento? Stipendio 2000 euro
La giovane età e la il fatto di essere assunto da poco la sfavoriscono. Ma dall'altra parte l'ottimo reddito da adito, almeno, a tentare una richiesta
leggi di più

Un prestito per acquistare arredamento con solo 520 euro di pensione. Obiettivo plausibile?
L'importo della pensione è probabilmente troppo modesto per finanziare l'acquisto di arredamento (e per un prestito in generale). Ecco il perché.
leggi di più

icona box votazione pagina
Valutazione dell'articolo
Pensione di invalidità e reddito ridotto, può passare un finanziamento di 1.400 euro per arredamento? Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:Articolo ancora non votato
---------
icona servizio domande e risposte
La redazione risponde


Domanda posta alla redazione il 24-01-2024:
Salve vorrei acquistare dei mobili a mondo convienenza sono single e percepisco pensione di invalidità di 700 euro circa posso richiedere il finanziamento. Grazie


Risposta:
Gentile Utente,
bisogna stabilire di che tipo di pensione si sta esattamente parlando:
se è un emolumento di tipo previdenziale, ossia maturato a fronte di contributi versati in passato, si può ottenere un finanziamento, se invece è un trattamento assistenziale non sarà possibile.
Le pagine di riferimento per questo tipo di contesto sono:

Saluti.
La redazione
----------