Finanziamento da passare ad altra persona con contratto a tempo determinato. Si riesce? E quale è la procedura?

Si può operare attraverso una estinzione ed un nuovo finanziamento, ma il contratto a tempo determinato è un grosso limite se le cifre in gioco sono cospicue.
Domanda:

passaggio prestito da fidanzata a fidanzato dopo separazione
Salve
mia figlia si è intestata un finanziamento, la somma ottenuta l'ha girata al suo fidanzato per comperare la macchina, ora si sono purtroppo lasciati, volevo sapere se si poteva chiudere e riaprire a lui il finanziamento pur avendo un impiego a tempo determinato.
Grazie

(Domanda inserita il 19-07-2021 sulla pagina: Passare un prestito ad un'altra persona. E' una pratica fattibile?)


Risposta:
Gentile Utente,
il fatto di avere un contratto a tempo determinato costituisce un impedimento che è tanto più grande quanto maggiore è l'importo che l'ex di Sua figlia dovrebbe finanziare.
La procedura corretta, a prescindere dalla cifra, è l'estinzione del vecchio prestito da effettuarsi con il netto ricavo del nuovo prestito.
Si dovrà richiedere il conteggio estintivo alla finanziaria per vedere quanta parte di capitale è ancora da estinguere.
Sulla base di quel dato l'ex fidanzato dovrà fare la relativa richiesta di finanziamento, sia presso la stessa finanziaria che qualsiasi altra.
Con quanto ottenuto si estingue il primo prestito e Sua figlia è formalmente fuori da tutta la situazione, cessando quindi ogni forma di responsabilità economica.

Estinzione anticipata di un prestito: in cosa consiste?
L'estinzione anticipata di un prestito, che è un diritto del debitore, consente di risparmiare notevolmente sugli interessi ed anche di richiedere, qualora occorresse, un ulteriore prestito

Come incide il contratto a tempo determinato su questo prestito?

La caratteristica molto limitante dei prestiti rivolti a chi ha un contratto a tempo determinato è che essi devo essere completamente rimborsati entro e non oltre l'ultimo mese lavorativo.
Ad esempio, se alla persona in oggetto mancano ancora dieci mesi al momento in cui il contratto terminerà, ecco che il prestito richiesto oggi non potrà avere più di dieci rate.
Qualche piccola eccezione potrebbe essere fatta se l'ex fidanzato ha anche un garante.
Per proseguire con l'esempio di prima si potrebbe passare ad una durata magari di dodici - quattordici mesi.
Il rischio, concreto, che il debitore principale, avendo cessato il contratto di lavoro, non riesca a pagare le ultime rate è coperto dalla presenza del garante che agirebbe in sua sostituzione.
Ora, quale è veramente il nodo della questione?
Che tanto più è elevato il debito residuo per l'auto tanto più dovrà essere lungo il nuovo prestito per contenere le rate e rende compatibili con lo stipendio di una persona che sta pur sempre a tempo determinato e quindi, ragionevolmente, dotato di un reddito non molto qualificato.
Quindi, poche rate, perché i contratti a tempo indeterminato hanno durate contenute, e rate basse per le caratteristiche di reddito ridotto, determineranno un importo ottenibile contenuto che mal si coniuga con il costo di una auto.
Noi non sappiamo le cifre esatte di cui si sta parlando, ma per darLe un ordine di idee facciamo un quadro abbastanza ottimistico per esemplificare:
supponiamo che il lavoratore abbia ancora diciotto mesi di lavoro e che guadagni 1.200 euro al mese, potrà accedere a circa 4.000 euro.
Come potrà intuire non siamo di fronte a cifre che possano, nella maggioranza dei casi, essere sufficienti a rifinanziare una automobile, a meno che il prestito sia stato fatto molto tempo fa e quindi la quota residua di capitale sia molto ridotta.
Se vuole fare delle simulazioni può andare alla pagina Calcolo importo prestito sapendo la rata.
Nel calcolatore dovrà mettere come rata massima un quinto dello stipendio, come durata i mesi residui di contratto, come tasso può mettere nove o dieci, che è la media di mercato attuale.

Prestito con contratto a tempo determinato
E' possibile ottenere un prestito con contratto di lavoro a tempo determinato ma con limitazioni su durata e importo erogato. Possono essere richieste garanzie aggiuntive.

Un ulteriore fattore da prendere in considerazione

Chiudiamo questa risposta indicando un fattore che potenzialmente potrebbe introdurre ulteriore criticità.
Lo indichiamo perché trattandosi si lavoratore con contratto a tempo determinato si può pensare che si tratti di persona giovane e che potrebbe non aver mai chiesto un prestito prima.
Nel caso questa nostra supposizione si riveli vera allora si avrà un ulteriore difficoltà nel finanziare la quota di auto ancora da pagare.
Il motivo è che le finanziarie non possono valutare l'affidabilità creditizia in quanto, non avendo mai fatto altri prestiti, non ci sono tracce nelle centrali rischi del sistema finanziario dove, è bene ricordare, sono registrati tutti i comportamenti dei debitori verso i creditori, quindi sia quelli deprecati come l'omissione di pagamento di una o più rate, sia quelli virtuosi, come il completo rimborso di un prestito nei modi e nei tempi previsti dal contratto.

Il "Paradosso del primo prestito". Perché la prima volta viene spesso negato?
Quali sono i motivi per cui accedere per la prima volta ad un prestito è così complicato? Vediamo gli ostacoli più importanti e come provare ad aggirarli

Saluti.
La redazione
La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No
Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 19-07-2021

domanda precedente
<--Richiesta finanziamento auto prima del mutuo per l'abitazione, busta paga 1.600 euro. Si può fare?
domanda successiva
Ottenere un Mini Prestito con busta paga di 2.000 euro gravata da rata di 400 euro. E' possibile?-->



Valutazione dell'articolo
Finanziamento da passare ad altra persona con contratto a tempo determinato. Si riesce? E quale è la procedura?

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:0 (0 / 5)    -    Numero voti: 0 -- Articolo ancora non votato