Ottenere un Mini Prestito con busta paga di 2.000 euro gravata da rata di 400 euro. E' possibile?

Il taglio del Mini Prestito scelto influisce ma il rischio di richiesta di garanzie aggiuntive è concreto. E' opportuno capire bene le reali necessità finanziarie.
Domanda:

mini prestito con stipendio 2000 euro e rata di 400 euro
Lavoro a tempo indeterminato, busta paga 2000 mensili e prestito in corso di 400 euro.
È possibile per liquidità ottenere un mini finanziamento?

(Domanda inserita il 21-07-2021 sulla pagina: Calcolo importo massimo ottenibile in prestito)


Risposta:
Gentile Utente,
sebbene la posizione debitoria sia abbastanza importante è ragionevole pensare che ci sia un margine tale da rendere sensato almeno il tentativo.
Ottenere un prestito mentre se ne ha uno già in corso è argomento delicato perché per il richiedente è ridotta la capacità di far fronte ad ulteriori debiti.
Così la finanziaria deve necessariamente correre qualche rischio in più se vuole erogare il finanziamento e realizzare il proprio guadagno.
Se il rischio è troppo o rinuncerà a concedere il prestito oppure cercherà di attenuare tale rischio chiedendo garanzie aggiuntive.

Prestito con contratto a tempo indeterminato: sei situazioni che fanno insorgere problemi
Il dipendente a tempo indeterminato, il cliente preferito di banche e finanziarie. Ma anche qui ci sono comunque delle situazioni in cui il rifiuto ad erogare è probabile.

Che vuol dire per la finanziaria erogare se su 2.000 euro c'è già una rata di 400 euro?

Nel Suo caso il rapporto tra la rata che attualmente sta pagando e il Suo reddito mensile complessivo è del 20%, ossia un quinto della cifra totale che Lei guadagna se ne va ogni mese per pagare la rata.
Neanche a farlo apposta questa percentuale del 20% o frazione di un quinto è proprio il livello di indebitamento limite gradito dalle finanziarie.
Seppure è vero che a Lei ora rimangono 1.600 euro al mese per il Suo bilancio familiare, cifra che potrebbe sembrare in molti casi ancora sufficiente a meno di avere una famiglia numerosa, il ragionamento posto in essere da chi deve erogarLe il prestito è sempre riferito allo stile di vita possibile al variare del reddito.
In altre parole loro ragionano così: "...se costui era abituato ad uno stipendio di 2.000 euro ora si sarà dovuto ridimensionare perché questo è sceso a 1.600 euro che, pur essendo ancora un reddito dignitose, non consente di mantenere il precedente stile di vita..."
Trattandosi dunque di un ragionamento basato sulla variazione e non sull'importo sarebbe valido anche per chi guadagnasse 5.000 euro e avesse una rata di 1.000 euro, un quinto del totale.
Va da sé che 4.000 euro sono comunque tanti ma per la finanziaria, comunque, prima lo stile di vita era da 5.000 euro e ora dovrà essere ridimensionato di ben 1.000 euro.

Rischio consistente, e la rata del nuovo prestito incide in maniera pesante

La rata del prestito che ora Le occorre è un altro fattore che viene utilizzato dalla finanziaria per valutare il rischio:
se il nuovo prestito avesse una rata molto bassa, 50 euro, avrebbe un impatto minore di uno con rata superiore, come ad esempio 150 euro.
Mano mano che la rata sale il rischio, allo stesso modo, cresce e si allontana la possibilità che la nuova liquidità possa essere erogata.
Di qui la necessità da parte Sua di capire esattamente quanto Le occorre al fine di non chiedere quel contante in più che faccia decidere alla finanziaria di non prendersi il rischio.
Quando si chiede un prestito, è cosa comune, che si tenda a chiedere un importo lievemente maggiore al necessario, per creare un margine di sicurezza.
Se devo comprare uno scooter, che costa 3.200 euro, probabilmente chiederò 3.500 euro per far fronte più comodamente alle prime spese che andranno affrontate.
Nel Suo caso, dunque, tenere basso l'importo richiesto, dopo aver valutato attentamente quanto esso debba essere, è parte fondamentale della strategia vincente.

Come verrà gestito questo rischio? Tutte le strade sono percorribili

La propensione al rischio delle finanziarie non è standard, ossia non si comportano tutte nello stesso identico modo.
Lo stesso limite del 20% prima indicato potrebbe anche essere ridotto da questa finanziaria o leggermente innalzato da un'altra.
Questo porta al discorso di cosa succederà quando andrà a fare richiesta, e gli scenari sono essenzialmente tre:
  • La finanziaria eroga senza crearLe problemi. Questo è tanto più possibile, come detto, quanto minore sarà l'importo della rata.
    A nostro parere questa soluzione non è sfortunatamente molto probabile.

  • Le viene richiesta una garanzia aggiuntiva, che nella maggioranza dei casi è un garante che firmi il contratto di prestito insieme a Lei.
    E questo, secondo noi, è ciò che probabilmente succederà.

  • Il prestito viene negato, senza se e senza ma.
    Questo è il caso in cui la finanziaria decide di non correre il rischio, senza nemmeno chiedere garanzie aggiuntive.
    Noi non crediamo che ciò accadrà perché, seppur è vero che conta il rapporto tra rata e reddito è pur vero che un ragionamento sul valore assoluto di questo reddito viene sempre fatto:
    la finanziaria sarebbe ben contenta di acquisire un cliente che ha un contratto a tempo indeterminato e guadagna 2.000 euro perché, è cosa nota, quel cliente quando in futuro avrà bisogno di altri prestiti tenderà sempre a chiederli prima alla finanziaria che già conosce.
    In ragione di questo, noi crediamo, sarà disposta a correre un rischio ora considerandolo un investimento per il futuro.
Il garante di un prestito: i punti fondamentali
Capiamo per bene chi è, cosa fa, quali sono i requisiti che deve avere questa figura. Può chiedere un prestito a sua volta?

Cosa succede se nessuno vuole erogare il nuovo finanziamento?

Se succedesse che non trova veramente nessuno che possa farLe il nuovo prestito c'è sempre la strada percorribile del consolidamento del debito ora in essere.
In sostanza Lei dovrebbe chiedere un prestito di un importo tale da permettere di estinguere il prestito attuale e far avanzare nuova liquidità per Lei di cui potrà disporre liberamente.
Il nuovo prestito dovrebbe avere un durata maggiore della residua dell'attuale, così che la rata rimanga di 400 euro, ossia quanto paga ora ed entro il livello di sicurezza di cui parlavamo in apertura di risposta.

Prestito per consolidamento debiti, accorpare più finanziamenti in un'unica rata
Il prestito di consolidamento debiti permette di accorpare i prestiti in corso e abbassare l'importo della rata

Saluti.
La redazione
La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No
Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 21-07-2021

domanda precedente
<--Finanziamento da passare ad altra persona con contratto a tempo determinato. Si riesce? E quale è la procedura?
domanda successiva
Possibile finanziamento auto con reddito di 1.600 euro e già una rata di 350 euro?-->



Valutazione dell'articolo
Ottenere un Mini Prestito con busta paga di 2.000 euro gravata da rata di 400 euro. E' possibile?

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:4.5 (0 / 5)    -    Numero voti: 2