Prestito di 3.000 euro per neoassunto con contratto di apprendistato, può servire avere un garante?

Il fatto di essere neoassunto non è l'unico impedimento che si presenti in questa situazione. Valutiamo il ruolo del garante e le tempistiche per la richiesta.


Domanda:

primo prestito per neoassunto in apprendistato
Salve
ho 20 anni e lavoro da due mesi con un contratto di apprendistato che ha la durata di altri 34 mesi, è possibile richiedere un prestito di 2.500-3.000 euro?
Percepisco un reddito di 650-700 euro mensili.
Se no, con un garante lo potrebbero accettare?

(Domanda inserita il 27-07-2020 sulla pagina: Calcolo importo massimo ottenibile in prestito)


Risposta:
Gentile Utente,
i fattori chiave da andare ad analizzare nel Suo caso sono i seguenti:
  1. La Sua età
  2. Il fatto che Lei sia neoassunto
  3. Il fatto che questo sia il Suo primo prestito
  4. La disponibilità di un garante

Solo considerando tutti questi elementi si può definire se può ottenere il prestito ora o se dovrà attendere.

Punto uno: La Sua età


Lei è molto giovane e, ragionevolmente, al Suo primo contratto di lavoro.
L'età è un fattore importante per ottenere un prestito e gli estremi non sono mai dei fattori che aiutino:
una persona molto giovane e una persona molto anziana sono, per diversi motivi, meno graditi dalle finanziarie rispetto ad una persona di età media.
Riferendoci al Suo caso, chi dovesse decidere se erogarLe un prestito potrebbe chiedersi: "...siamo ragionevolmente sicuri che un giovane che si trova ad avere un reddito ora per la prima volta sia in grado di gestirlo in maniera assennata al punto di risparmiare ogni mese quel tanto che occorre per pagare la rata?..."
Non si può certo accusarli di essere dei malfidati!
Gestire il proprio denaro è sempre molto difficile, figuriamoci quando si è alle prime armi.
L'età minima per ottere un prestito è di diciotto anni ma pensare di presentarsi subito in finanziaria, specie per un prestito importante, è fuori discussione.

Punto due: Lei è assunto da poco tempo


Nella Sua condizione il fatto di essere assunto da poco tempo è più importante della tipologia di contratto di lavoro che Le hanno proposto.
Un contratto di apprendistato è infatti a tutti gli effetti abilitante per richiedere un finanziamento.
Il vero punto cruciale è dunque che Lei lavora da soli due mesi con il presente contratto.
Le finanziarie in genere accettano di erogare non dopo due mesi dall'assunzione ma dopo ben dodici mesi, periodo in cui statisticamente un rapporto di lavoro o si stabilizza o si interrompe.
Come può capire Lei è molto distante dal requisito minimo:
se avesse già una decina di mesi di anzianità si potrebbe dire che con un certo grado di elasticità da parte della finanziaria il fattore anzianità di servizio sarebbe stato influente.
Ma qui siamo a soli due mesi e quindi non è un discorso di elasticità ma proprio di inadeguatezza del dato.
Il contratto di apprendistato consente di ottenere prestiti, ma inizialmente di importo limitato. Vediamo insieme il perché.

Punto tre: il primo prestito


A complicare ulteriormente le cose c'è il fatto che Lei sia al Suo primo prestito.
Quando si è in questa condizione la finanziaria non può consultare la Crif per vedere se Lei sia affidabile o meno dal punto di vista della precisione e onestà nel ripagare il prestito.
Il motivo è evidente: non avendolo mai fatto prima non è registrato in Crif.
Ogni finanziaria tende ad aspettare che sia una altra (finanziaria) a correre il rischio di dare il primo prestito e scoprire sulla "propria pelle" se il debitore (Lei) sarà un buon pagatore.

Punto quattro: la disponibilità di un garante


Il garante è una figura molto apprezzata e spessissimo richiesta ma bisogna puntualizzare che esso deve avere un ruolo marginale.
In altre parole, se chi richiede un prestito ha l'età quasi giusta, è assunto da quasi dodici mesi, ha rimborsato almeno un piccolo prestito in passato, ebbene pur essendo un po' zoppicante ecco che potrà essere finanziato ma avrà bisogno dell'aiuto del bastone, ossia del garante.
Lei non è nella condizione appena descritta, ci sono troppi fattori, quelli prima indicati, che Le remano contro (primo prestito, neoassunzione, giovane età).
In questo caso il garante non avrebbe un ruolo marginale come dicevamo, anzi rischierebbe di dover coprire tutte le rate se Lei omettesse di pagare.
Un garante può rendere più accessibile un prestito, a patto che il suo intervento sia una eccezione e non la regola

In base a quanto abbiamo finora detto la conclusione è che le possibilità di riuscita di ottenere il prestito di 2.500 - 3.000 euro che Le occorre sono molto poche.
Provi comunque a fare richiesta ma senza farsi troppe illusioni.
Le probabilità di riuscita, sempre a nostro modo di vedere, aumenteranno quando sarà prossimo o avrà superato i dodici mesi di contratto.
A quel punto, sempre portando con se un garante le probabilità di farsi erogare il finanziamento aumentano di molto.
Saluti.
La redazione
La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No
Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 27-07-2020

domanda precedente
<--Finanziare una auto da 20.000 euro con reddito da lavoratore autonomo di 11.000 euro annui. Obiettivo plausibile?
domanda successiva
Finanziamento di15.000 euro su busta paga di 1.400 euro gravata da altra rata. Si riesce ad averlo?-->



Valutazione dell'articolo
Prestito di 3.000 euro per neoassunto con contratto di apprendistato, può servire avere un garante?

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:0 (0 / 5)    -    Numero voti: 0 -- Articolo ancora non votato