Prestito di 40.000 euro per ristrutturazione immobile con garanzia di altri due appartamenti, perché non viene accordato?

La presenza di una forte garanzia come il possesso dei due immobili non esclude il ruolo del reddito nella definizione della pratica di finanziamento.
Domanda:

prestito 40000 euro per ristrutturazione con due appartamenti a garanzia
Buonasera,
vorrei capire perché mi stanno facendo mille difficoltà per un finanziamento di 40.000 euro.
Devo ristrutturare una porzione di immobile che per motivi di accatastamento non può ususfruire di alcun bonus quindi ho bisogno di liquidità.
Io lavoro in una ditta di ristrutturazioni, quindi riuscirei a chiudere entro quella cifra grazie anche al fatto che conosco i fornitori.
Guadagno sui 1800 al mese, anche 2200 in estate che c'è più lavoro.
Io ho il mio appartamento che è di proprietà e un secondo appartamento sfitto, anche quello finito di pagare. Tutti e due nella provincia di Varese.
Quello da ritrutturare è in provincia di Brescia, ed è sempre intestato a me e finito di pagare
Non mi vogliono accordare il prestito, i miei appartamenti valgono forse dieci volte quello che sto chiedendo!
Il mio reddito è dimostarbilissimo e lavoro da più di 15 anni e lavoro ce ne sta tanto, dove sta il problema?

(Domanda inserita il 07-01-2021 sulla pagina: Il reddito: i sei punti da tenere bene a mente per ottenere un prestito)


Risposta:
Gentile Utente,
la motivazione del rifiuto è evidentemente legata al Suo reddito e, in misura minore, forse anche alle caratteristiche del datore di lavoro.
Questa affermazione avviene per differenza, ossia per avere un prestito ci vuole il reddito e le garanzie e su quest'ultimo punto Lei è in una posizione di grande forza.
Per differenza, dunque, si arriva subito a fare ragionamenti sul reddito.
I punti che da analizzare sono, relativamente alle Sue entrate, sia di tipo quantitativo che qualitativo.

L'aspetto quantitativo: non guadagna abbastanza per questo prestito

Con 2.000 euro al mese si può sostenere una rata di circa 400 - 450 euro.
Con questo tipo di importo non ce la si fa ad arrivare a restituire i 40.000 euro che Le occorrono entro il limite massimo di dieci anni.
C'è inoltre da dire che non sempre vengono ammesse queste durate così ampie perché spesso viene richiesta una cessione del quinto dello stipendio e non tutti i dipendenti possono fare questo tipo di prestito.
Anche se il valore degli immobili di cui dispone è nettamente superiore, come Lei stesso intuisce, all'importo che ora Le occorre, il requisito del reddito non può essere in alcun modo aggirato.
Diciamo che Lei potrebbe ottenere cifre più prossime ai 30.000 euro che non ai 40.000.

L'aspetto qualitativo: il datore di lavoro

Lei non ci da indicazioni relative al Suo datore di lavoro.
Deve immaginare che ci sono enormi differenze se Lei lavorasse con una ditta di cinque persone, organizzata come ditta individuale, piuttosto che se lavorasse con una società che si occupa di ristrutturazioni in tutta Italia (quindi molto strutturata) con cinquanta dipendenti, automezzi, attrezzature e una forma societaria di Srl o meglio ancora di SpA.
Nel primo caso il Suo reddito è meno sicuro, nel tempo, che nel secondo.
Concordiamo con Lei quando dice "...di lavoro ce ne sta tanto..." ma le difficoltà economiche in cui versa l'intero sistema paese con la pandemia di Covid sicuramente invitano a grande prudenza le finanziarie, specie quando, come nel Suo caso, si tratta di erogare prestiti ingenti e con piano di rimborso di durate molto consistenti.

Fatta questa analisi noi non vediamo cosa possa fare per ottenere il prestito che Le occorre.
Persino se potesse ricorrere alla cessione del quinto non avrebbe modo di arrivare all'importo che Le occorre.
Dovrebbe puntare ad un mutuo per ristrutturazione ma qui si dovrebbe capire bene cosa intende per "problemi di accatastamento":
in caso di immobile con abusività non sanata non è ammissibile ricorrere a questo tipo di strumento.
Anche l'importo, 40.000 euro, non si coniuga perfettamente con un mutuo in quanto abitualmente vengono erogati dai 50.000 euro in su.
Il vantaggio del mutuo rispetto al prestito personale sarebbe la maggior dilazione.
Già ricorrendo ad un rimborso a quindici anni il Suo stipendio sarebbe, questa volta si, perfettamente idoneo a sostenere la rata.
Saluti.
La redazione
La risposta inserita e' stata esauriente?   
Si    No
Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 07-01-2021

domanda precedente
<--Consolidare due prestiti intestati a due persone diverse (fidanzati) diventati conviventi per poi chiedere un mutuo, come si fa?
domanda successiva
Prestito per ristoratrice italiana residente in Grecia di 2.000 euro, dove deve essere richiesto?-->



Valutazione dell'articolo
Prestito di 40.000 euro per ristrutturazione immobile con garanzia di altri due appartamenti, perché non viene accordato?

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:0 (0 / 5)    -    Numero voti: 0 -- Articolo ancora non votato