Prestito con Pensione Sociale, facciamo chiarezza su questa forma di finanziamento

Ottenere un prestito con la pensione sociale non è possibile a causa del fatto che essa non è assimilabile ad un reddito da pensione ma è un trattamento assistenziale non pignorabile

prestito pensione sociale L'accesso al credito per chi è destinatario dell'assegno sociale (o pensione sociale) è al centro di numerosi articoli consultabili su internet che spesso tendono a trarre in inganno chi li sta leggendo, dilungandosi su cosa è e cosa non è la pensione sociale, a chi spetta, come richiederla ed altri aspetti che poco hanno a che fare con la domanda: se si percepisce la pensione sociale si può ottenere un prestito. La risposta è no. Se qualcuno, titolare di assegno sociale e nessun altro reddito riesce, oggi, ad essere finanziato è pregato di scrivercelo qui su OttenereUnPrestito.it perché potrebbe, se lo desidera, spiegarci come ha fatto.

Perché non è possibile ottenere un normale prestito personale con la pensione sociale?

Il concetto che sta alla base della non fattibilità di un finanziamento con l'assegno sociale sta nel fatto che esso è un trattamento assistenziale.
Con trattamento assistenziale si intende, con parole semplici, un qualche tipo di sostegno economico non fondato su un diritto maturato nel tempo (pensione di vecchiaia) a fronte di una determinata prestazione (versamento dei contributi) ma erogato a fronte di una condizione di disagio; se non sono stati versati i contributi assistenziali ecco che si otterrà l'assegno sociale al fine di, ancora banalizziamo, riuscire a sopravvivere.
Non è possibile ottenere un prestito con la pensione sociale perché essa è erogata proprio per i stretti termini di sopravvivenza e se si decidesse di non pagare le rate del prestito nessun giudice potrebbe effettuare un prelievo forzoso (pignoramento) su di essa.

Perché non è possibile fare una cessione del quinto con la pensione sociale?

Non è possibile ricorrere nemmeno alla cessione del quinto se si percepisce questo tipo di reddito.
Lo impedisce la stessa legge 180/50 che regolamenta questa forma di prestito: in termini semplificati essa dice che chi fa una cessione del quinto deve comunque mantenere per se una quantità di reddito almeno pari all'importo dell'assegno sociale. Da questo deriva che da una pensione sociale non potrà essere detratto nemmeno un euro per il pagamento di una rata di cessione.

Ma allora perché si legge in giro che è possibile essere finanziati?

Se si approfondisce con pazienza e attenzione si vedrà che chi ha una pensione sociale può accedere ad un prestito... semplicemente utilizzando una forma di garanzia alternativa. Ma nel momento in cui si ha una garanzia alternativa allora avere o non avere l'assegno è del tutto indifferente.
In buona sostanza si dice "chi ha la pensione sociale può fare un prestito vitalizio o un prestito su pegno". Ebbene questo non ha senso perché è come dire "chi ha i capelli biondi può leggere un libro in spiaggia". Le due cose non sono in alcun modo collegate! Chiunque può fare un prestito su pegno o un prestito vitalizio (ovviamente se dispone di beni idonei) addirittura anche se è segnalato come cattivo pagatore perché non finisce mai di restituire un prestito o paga una rata ogni tanto quando si ricorda!

Una ultima osservazione prima di concludere: non si può escludere che in passato siano stati erogati prestiti a queste condizioni; alcuni anni fa il mercato del credito era mosso da logiche diverse dalle attuali e le finanziarie erano disposte a correre rischi maggiori di quelli attuali ed erano più "di manica larga". I danni di quel periodo hanno portato alla condizione attuale dove sono state ripristinate le condizioni minime per operare in maniera consona, trasparente ed onesta.

Pubblicato da: Andrea De Magistris - Aggiornato il 27-11-2019




Valutazione dell'articolo
Prestito con Pensione Sociale, facciamo chiarezza su questa forma di finanziamento

Questo articolo ti è stato utile? Lascia il tuo voto, ci sarà utile per migliorare il servizio.
Voto:0 (0 / 5)    -    Numero voti: 0 -- Articolo ancora non votato